24 agosto 2017
Aggiornato 06:30
l'arresto

Beccato con la marijuana nello zaino: arrestato spacciatore nel parco di via Catullo

Il cittadino pakistano di 24 anni aveva precedenti specifici in materia di traffico illecito di sostanze stupefacenti ed era già stato arrestato nell’ambito dell’operazione denominata “Donota”

Polizia di Stato (© Diario di Trieste)

TRIESTE - Il primo arresto per spaccio non l’ha fermato. Anzi. Senza alcun problema, ha ricominciato a vendere droga. Ma ieri notte la Polizia di Stato lo ha fermato nuovamente. Un cittadino pakistano di 24 anni, con precedenti specifici in materia di traffico illecito di sostanze stupefacenti e arrestato nell’ambito dell’operazione denominata «Donota», è stato notato dagli operatori della Squadra Volante nel giardino pubblico in via Catullo. Si stava dirigendo verso uno zaino al cui interno, in un contenitore, è stata rivenuta marijuana, oltre a un grinder e a due tessere sanitarie intestate allo straniero.

La perquisizione
Alla vista degli agenti, il giovane ha cercato di allontanarsi velocemente, ma è stato raggiunto e fermato. Al momento dell’identificazione egli ha cercato di disfarsi di un «panetto» di hashish. E’ stato perquisito e gli sono stati trovati un grinder e cartine per il confezionamento di piccole dosi, uno smartphone e banconote di picciolo taglio (5,10 e 20 euro, ritenute provento dell’attività di spaccio), oltre a 42,84 grammi lordi di hashish e 13,25 grammi netti di marijuana. Accompagnato in Questura, dopo le formalità di rito, il 24enne è stato arrestato e portato in carcere.