25 aprile 2018
Aggiornato 10:30
la manifestazione

Archeologia di Sera 2017, l'appuntamento è con l’arte Romana

L'evento è organizzato, nei martedì di agosto, dal Civico Museo di Storia ed Arte - Orto Lapidario. L'arte Romana verrà raccontata tramite il pensiero del grande studioso tedesco Johann Joachim Winckelmann, iniziatore della moderna storia dell’arte e dell’archeologia, nel 300° della nascita

Archeologia di Sera 2017 (© Comune di Trieste)

TRIESTE - Martedì 22 agosto si svolgerà la quarta serata della manifestazione Archeologia di Sera 2017 che il Civico Museo di Storia ed Arte - Orto Lapidario organizza nel suo ampio giardino nei martedì di agosto, con apertura serale dalle 20 alle 23, ingresso libero da piazza della Cattedrale 1. Dopo la grande partecipazione di pubblico nelle prime serate, il prossimo appuntamento verrà dedicato all’arte Romana nel pensiero del grande studioso tedesco Johann Joachim Winckelmann, iniziatore della moderna storia dell’arte e dell’archeologia, nel 300° della nascita. 

Gli appuntamenti
Alle 21, «Il sentimento del bello (l’arte sotto Roma)», a cura di Marzia Vidulli e Susanna Moser, letture dalle opere di Winckelmann che nel 1755 si trasferì a Roma, da lui definita la «scuola dell’Arte» in quanto «il sentimento del bello nell’Arte in Roma soltanto può essere perfetto, giusto e raffinato. … Questa capitale del mondo rimane tutt’ora una sorgente inesauribile di bellezze dell’arte, e si scopre più in un mese qui che in un anno altrove». Introdurrà la serata (ore 20.30) Corde vibranti nel Giardino delle delizie, intervento musicale a cura di Giovanni Settimo (chitarra): selezioni da Mauro Giuliani e Johann Kaspar Mertz. Alle 22 replica del documentario RAI «In morte di un archeologo. Winckelmann, Trieste e il riscatto di una città»; in contemporanea il pubblico potrà scegliere di seguire alcune visite guidate alle sezioni del Museo