25 aprile 2018
Aggiornato 10:30
In municipio

Sigillo trecentesco della cittą all'attore Massimiliano Finazzer Flory

Il sindaco conferirą il sigillo al regista teatrale triestino da parte paterna. Il nonno era l’artista e pittore Eligio Finazzer Flori, le cui opere sono esposte al Museo Revoltella di Trieste; il padre, Fulvio Finazzer Flori, Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana, gią Procuratore Generale presso la Procura Generale di Trieste

Massimiliano Finazzer Flory (© massimilianofinazzerflory. com)

TRIESTE - Lunedì 21 agosto, alle 11, nel Salotto Azzurro del Palazzo comunale, il sindaco Roberto Dipiazza conferirà il Sigillo Trecentesco della Città di Trieste all'attore, drammaturgo e regista Massimiliano Finazzer Flory. Massimiliano Finazzer Flory, attore, drammaturgo e regista teatrale, è triestino da parte paterna da generazioni; il nonno era l’artista e pittore Eligio Finazzer Flori, le cui opere sono esposte al Museo Revoltella di Trieste; il padre, Fulvio Finazzer Flori, Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana, già Procuratore Generale presso la Procura Generale di Trieste. La sua attività si svolge a livello internazionale. Le sue opere, per cui gli sono stati attribuiti numerosi premi e onorificenze, sono state rappresentate in ben 40 Paesi del mondo. È l’artista italiano più rappresentato attualmente all’estero, e in questi anni ha dato un contributo fondamentale rappresentando la Farnesina per la promozione della italianità sul piano culturale attraverso la valorizzazione della lingua italiana e dell’arte all’estero.