Cronaca | salute

Telesca: «Il Ministero finanzierà uno studio del Burlo Garofolo con 450mila euro»

Il progetto è denominato "Coorti di nuovi nati, esposizioni ambientali e promozione della salute nei primi 1000 giorni di vita: integrazione dei dati di esposizione con dati molecolari ed epigenetici"

Burlo Garofalo
Burlo Garofalo (Diario di Trieste)

TRIESTE - Via libera dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia all'accordo con il quale l'istituto materno infantile Burlo Garofolo di Trieste potrà realizzare, grazie a un contributo di quasi 450mila euro del ministero della Salute, un progetto che ha l'obiettivo di studiare le esposizioni ambientali nei primi mille giorni di vita, proponendo piani di intervento nei contesti di forte inquinamento. La proposta dell'ospedale triestino, ha spiegato l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, è entrata nel novero di progetti ritenuti finanziabili dal Centro nazionale per la prevenzione del controllo delle malattie (Ccm) che è l'organismo di coordinamento tra il ministero della Salute e le Regioni per le attività di gestione delle emergenze sanitarie.

Gli obiettivi da raggiungere
Il Centro elabora ogni anno un programma di interventi e per il 2017 ha identificato tre ambiti di intervento: le patologie trasmissibili e non trasmissibili nonché le azioni di sistema. L'iter di valutazione dei progetti si è concluso a luglio, con il Comitato scientifico che ha assegnato un voto finale a ciascuna delle 43 iniziative. Sono risultate finanziabili 9 proposte e, tra queste, al quinto posto anche lo studio del Burlo Garofolo denominato "Coorti di nuovi nati, esposizioni ambientali e promozione della salute nei primi 1000 giorni di vita: integrazione dei dati di esposizione con dati molecolari ed epigenetici".