25 settembre 2017
Aggiornato 02:30
teatro

Musica, prosa e danza: presentata la stagione 2017/18 del Teatro Verdi di Muggia

L'assessore regionale Torrenti: «La varietà delle proposte, pur mantenendo un filo rosso tematico e un moderato costo del biglietto, riuscirà a soddisfare tutte le esigenze del pubblico, con alcune presenze che spiccano per talento e prestigio»

Serra Yilmaz (© Facebook)

TRIESTE - La stagione 2017-18 del Teatro Verdi di Muggia, presentata questa mattina alla presenza dell'assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, spazierà tra musica, prosa e danza con un un'offerta, firmata dalla direzione artistica di Alessandro Gilleri, che si caratterizza per la ricchezza di personalità artistiche di rilievo e per la qualità del progetto. «Il cartellone che sarà messo in scena al Verdi di Muggia - ha sottolineato Torrenti - rappresenta un esempio virtuoso di utilizzo delle risorse pubbliche. La varietà delle proposte, pur mantenendo un filo rosso tematico e un moderato costo del biglietto, riuscirà a soddisfare tutte le esigenze del pubblico, con alcune presenze che spiccano per talento e prestigio».

Teatro bisognoso di pubblico
«Come ogni città ha bisogno di un teatro - ha concluso l'assessore, parafrasando il motto scelto per rappresentare questa stagione al teatro di Muggia - così è vero ancora di più che il teatro ha bisogno di pubblico e spettatori per avvalorare il suo essere indispensabile». Al direttore artistico Gilleri è infine spettato il compito di riassumere gli eventi, ponendo l'accento in particolare sugli spettacoli di danza e sulla presenza di artisti di fama consolidata come Serra Yilmaz e di giovani, ma già ben avviati, talenti come Stefano Andreatta, vincitore del concorso pianistico internazionale Piano Fvg.