17 ottobre 2017
Aggiornato 15:00
chiusura dell'attivitą

Il Comune incontra il tennis: con Ricrestate crescono i nuovi Nadal

Nella sede del Tennis Club Triestino di Padriciano, l'assessore Angela Brandi, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato l'attivitą di tennis proposta per la prima volta quest'estate a 330 bambini iscritti a Ricrestate, frequentanti i 12 ricreatori comunali, nella giornata conclusiva dei corsi

I bambini di Ricrestate (© Comune di Trieste)

TRIESTE - Nella sede del Tennis Club Triestino di Padriciano, l'assessore all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca Angela Brandi, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato l'attività di tennis proposta per la prima volta quest'estate a 330 bambini iscritti a Ricrestate, frequentanti i 12 ricreatori comunali, nella giornata conclusiva dei corsi. All'incontro erano presenti il presidente del CONI del Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin, il presidente del Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia della Federazione Italiana Tennis Antonio de Benedittis con il vicepresidente vicario Piero Tononi, il presidente del Tennis Club Triestino di Padriciano Francesco Franzin, i maestri di tennis Giorgio Olivo (Associazione Tennis Opicina) e Gabrio Azzopardo (Tennis Club Triestino Padriciano) e Tazio Dipretoro (Circolo Tennis Grignano).

L'iniziativa
Un'iniziativa che l'amministrazione comunale ha avviato il 26 luglio per tutti i bambini (dagli 8 anni in su) e i ragazzi di Ricrestate, accompagnati dagli educatori, per due giornate di corso di tennis per ognuno dei ricreatori, e che si è svolta nel corso dell'estate, grazie ai pullmini messi a disposizione dalle Società di Tennis per il trasporto nel tragitto di andata e ritorno dalle sedi dei ricreatori ai campi di tennis dei vari circoli, rispettivamente: il «Tennis Club Triestino»di Opicina, e i «Tennis Club» di Grignano e di Opicina (ATO), e nell'ambito della Convenzione stipulata tra Coni Regionale e Area Educazione del Comune di Trieste. Oggi, sui campi del Tennis Club Triestino di Padriciano, si è svolta la giornata conclusiva per 20 ragazzi dei Ricreatori Padovan e Ricceri, domani, in ultima battuta, si effettueranno i recuperi. L'assessore Brandi ha ribadito «l'impegno dell'amministrazione comunale e dell'Assessorato di portare avanti anche nella prossima estate, l'attività dei corsi di tennis per il servizio di Ricrestate, che è stata molto apprezzata dai ragazzi, e auspichiamo di poter inserire questi corsi anche nell'ambito del programma di numerose attività gratuite già svolte nell'ambito di tutti i Ricreatori». 

I numeri
I Ricreatori comunali organizzano il servizio di Ricrestate 2017 a partire dal 19 giugno all' 1 settembre, con una sospensione del servizio dal 14 al 18 agosto compresi. Il servizio si articola in 10 turni settimanali.Il numero delle domande presentate per i dieci turni del Servizio sono state complessivamente 24.688 a fronte dei 21.720 posti disponibili, con una percentuale di accolti pari all'88 %.Ogni settimana viene garantita l'uscita al mare a 1732 bambini e 17.320 i trasporti e gli ingressi garantiti per i dieci turni di apertura del servizio, negli stabilimenti balneari di Muggia, Sistiana, Grignano, La Lanterna e Ausonia. Nell'ambito della Convenzione con il Coni Regionale, sono stati programmati 24 incontri (2 per ogni ricreatorio) della durata di tre ore, per garantire la partecipazione ad almeno due attività sportive proposte, tra cui: giochi con la palla e tuffi, tennis e atletica.

Le attività
Tra le varie attività svolte, anche il «Growing Up» con iniziative rivolte alla fascia di ragazzi in età pre-adolescenziale e adolescenziale dei ricreatori comunali (dalle feste alle pedalate, dalle passeggiate alle notti in campeggio e ostello, dalle visite culturali alle attività ludiche e sportive); ma anche uscite didattiche in attività di sensibilizzazione al rispetto degli animali e della natura (Casa delle farfalle di Bordano, Centro di recupero della Fauna Selvatica di Gorizia, Azienda agricola Wild Souls, fattoria didattica, lezioni/ gioco con la sabbia di geologia e morfologia, a cura della III Circoscrizione, visite alla Sissa ecc ). 

Ancora tennis nel futuro
La positiva collaborazione fra Coni Regionale e Amministrazione comunale è stata sottolineata anche dal presidente Brandolin: «Questo di Padriciano è un bellissimo impianto e un punto di riferimento per il tennis, insieme ad altre realtà associative, a dimostrazione che Trieste è una delle città più sportive d'Italia, accanto alle strutture dei Ricreatori, uniche nel nostro Paese e di importante valenza sociale. Mi auguro che i ragazzi che hanno frequentato questi corsi proseguano l'attività sportiva portando avanti così la tradizione del tennis poichè praticare uno sport è un valore necessario che può aiutare le famiglie e che promuove l'integrazione». Il presidente Franzin, ringraziando per l'opportunità di aprire il circolo di Padriciano ai ragazzi, come anche tutti gli altri circoli, ha ribadito l'importanza di far conoscere il tennis in giovane età: «Da ragazzo, quando frequentavo il Ricreatorio Gentilli, ho imparato i valori della vita che aiutano nei momenti facili ma soprattutto difficili della propria esistenza. Intraprendere uno sport educa i giovani e trasmette sani principi».