25 settembre 2017
Aggiornato 02:30
Musica

Swing e boogie woogie e naturalmente... jazz! E' il weekend del Muggia Jazz Festival

Anche quest'anno per due giorni, la città istroveneta di Muggia tornerà ad essere la capitale italiana del jazz. Il 2 e 3 settembre il Teatro Verdi dalle 21 alle 23.30 ospiterà l'11^ edizione della rassegna a ingresso libero organizzata dall’Associazione B.B.C. con la collaborazione del Comune di Muggia e con il sostegno della Samer & Co. Shipping

Big Band della Radiotelevisione Slovena (© Muggia jazz Festival)

TRIESTE - Anche quest'anno per due giorni, la città istroveneta di Muggia tornerà ad essere la capitale italiana del jazz. Il 2 e 3 settembre il Teatro Verdi dalle 21 alle 23.30 ospiterà l'11^ edizione del Muggia Jazz Festival, rassegna a ingresso libero organizzata dall’Associazione B.B.C. con la collaborazione del Comune di Muggia e con il sostegno della Samer & Co. Shipping. L'evento vedrà protagonisti la Big Band della Radiotelevisione Slovena con un inedito programma che comprenderà anche mambo e rumba grazie alla presenza di percussionisti cubani. E domenica, in esclusiva nazionale, si esibirà per la prima volta in Italia il quartetto londinese dei Jazz Dynamos, ex Chevalier Brothers, con la cantante Lucy Randell, una delle voci dei Gorillaz di Damon Albarn (Blur) a cui seguirà il The Duke Of Rhythm Trio con special guest il Batterista di Ray Gelato, Martì Elias Vinyals.

La musica in programma
Il programma della rassegna jazzistica internazionale, riservata come di consueto ad esclusive assolute, presenterà non solo jazz, ma anche swing e boogie woogie con artisti di fama internazionale allo scopo, secondo gli intendimenti del Direttore Artistico, Stefano Franco, di avvicinare alla musica colta il maggior numero di persone possibile e dimostrare che ascoltare il jazz può essere divertente e alla portata di tutti. Inalterata anche la formula che fin dalla prima edizione contraddistingue la rassegna: serate stilisticamente molte varie per accontentare il palato di tutti. Non mancheranno naturalmente le jam session, da sempre un marchio di fabbrica del Festival, che vedranno interagire sul palco tutti i big presenti in riviera. «Non c'è altro modo di vedere dal vivo questi artisti – spiega il Direttore Artistico Stefano Franco - se non al Muggia Jazz Festival. Le loro presenze si devono alla rete di contatti che ho avviato nel corso degli anni prendendo parte ad alcuni tra i più importanti festival internazionali. Anche quest'anno, grazie all'Amministrazione Comunale e alla Samer & Co. Shipping, riusciremo a offrire musica di grande qualità in virtù del sostegno dell'imprenditore muggesano Dario Samer e dai suoi figli, Lilly ed Enrico e alla collaborazione del Comune di Muggia»

Gli appuntamenti
Sabato 2 settembre a esibirsi al Festival sarà la Big Band della Radiotelevisione Slovena, formazione di 16 elementi che per l'occasione sarà impreziosita dalla presenza di quattro percussionisti cubani per dare vita a un programma variopinto e caldissimo che comprenderà, oltre a brani jazz e swing, anche mambo e rumba. Domenica 3 settembre il palco muggesano ospiterà, direttamente da Londra, i Jazz Dynamos, un quintetto raffinatissimo di jazz tradizionale con una cantante di altissimo livello, Lucy Randall, che ha prestato la voce anche al progetto Gorillaz di Damon Albarn dei Blur. Vantano numerosi tutto esaurito sia al Ronnie Scott che al Pizza Express Jazz Club e alla Sala Elgar della Royal Albert Hall di Londra. Hanno suonato sia per grandi personalità britanniche che per star hollywoodiane e sono richiestissimi da alcune delle più grandi aziende mondiali. A chiudere, il trio composto dal pianista Stefano Franco e dal sassofonista americano James Thompson, reduce dal trionfale tour con Zucchero, ai quali si aggiungerà eccezionalmente per l'occasione come special guest, il batterista Martí Elias Vinyals detto Marti Swing, già ammirato a Muggia nella band che ha accompagnato Ray Gelato.

Tutti i concerti si terranno presso il Teatro Verdi di Muggia, Via S. Giovanni 4 – tel. 040274015 con ingresso libero. La manifestazione avrà inizio alle 21 (fino alle 23.30). Informazioni su www.muggiajazz.com e sulla pagina facebook MuggiaJazzFestival