20 novembre 2017
Aggiornato 10:30
la mostra

Musica e versi per l'ultimo giorno della mostra "Il ricamo tradizionale palestinese- Storie di donne"

L'esposizione, allestita nella Sala Umberto Veruda di Palazzo Costanzi in piazza Piccola 2, organizzata dall'Associazione Salaam Ragazzi dell'Olivo - Comitato di Trieste, (inaugurata il 16 agosto), ha accolto 1800 visitatori nei primi 15 giorni

Un capo in esposizione nella mostra (© Comune di Trieste)

TRIESTE - Continua con grande successo la mostra «Il ricamo tradizionale palestinese – Storie di donne» con 1800 visitatori nei primi 15 giorni, sia cittadini di Trieste che i tanti turisti che si trovano in città. E più di qualche visitatore che ritorna più volte dedicando davvero un tempo speciale all’esposizione. La mostra, allestita nella Sala Umberto Veruda di Palazzo Costanzi in piazza Piccola 2, organizzata dall'Associazione Salaam Ragazzi dell'Olivo - Comitato di Trieste, (inaugurata il 16 agosto), resterà aperta fino al 3 settembre, con orario feriale e festivo 10-13 e 17-20, 

Le iniziative collaterali
Quaranta i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo e curiosità alle attività ludiche proposte nei laboratori, tra le quali il disegno, la narrazione e il ricamo, sia presso la sede della mostra che nella sede del Giardino di via S. Michele 11. Un evento di approfondimento, collaterale alla mostra, si terrà domenica 3 settembre alle 18, nella sala Veruda, con un'esecuzione di musica palestinese (tramite l’Oud strumento tipico della Palestina), eseguita da Mahmud Al Khatib e la recitazione di poesie palestinesi sia in arabo che in italiano con l’attrice Khouzama Reda e il poeta Mohamed Abdul Monaem. L'esposizione, a ingresso libero, rimarrà aperta fino al 3 settembre.