12 novembre 2019
Aggiornato 11:00
teatro

Danza, musica e varietà: presentata la stagione 2017/2018 della Contrada di Trieste

Oltre agli spettacoli la stagione si arricchisce di momenti di approfondimento, di letture, di incontri, senza dimenticare un’apertura al sociale con progetti dedicati in collaborazione con gli Enti locali rivolti alle fasce fragili della popolazione. A partire dal 20 ottobre si susseguiranno sul palcoscenico del Teatro Bobbio oltre 30 titoli in cartellone tra spettacoli “rossi”,
Lillo e Greg
Lillo e Greg

TRIESTE - Una scelta di cuore. Quella che spinge chi lavora nel Teatro a impegnarsi per offrire sempre il meglio ai propri spettatori, quella che porta gli abbonati a rinnovare l’abbonamento, gli spettatori a andare a Teatro, gli artisti a dare il meglio di sé. Livia Amabilino, aprendo la Conferenza stampa di presentazione della Stagione 2017/2018, pone l’accento su questa ricchezza umana di rapporti che circonda da sempre la Contrada e sottolinea la varietà e l’ampiezza del cartellone: «Apriamo lo 35 esima stagione al Teatro Bobbio con un programma di cui siamo orgogliosi e che presenta una scelta veramente ricca di esperienze teatrali che variano dalla prosa alla danza, dalla musica al varietà, dagli spettacoli comici agli spettacoli di autori contemporanei, dai classici al teatro musicale, dai recital giornalistici ai family show. Una stagione che vede in cartellone tre nuove produzioni della Contrada, due delle quali raggiungeranno numerose piazze a livello nazionale, come Milano, Roma e Bologna. Una stagione ricca di eventi collaterali, in collaborazione con altre strutture della regione e della città, a carattere multidisciplinare come richiede il gusto contemporaneo. Ringraziamo i nostri ospiti istituzionali per il loro contributo senza il quale tutto questo non si potrebbe realizzare e un grazie particolare alla Regione che oltre a sostenere l’attività della Contrada permetterà la ristrutturazione di parti del Teatro in particolare il nostro foyer con la contemporanea realizzazione di un nuovo accesso per disabili».

Il ricco programma
Oltre agli spettacoli la stagione si arricchisce di momenti di approfondimento, di letture, di incontri, senza dimenticare un’apertura al sociale con progetti dedicati in collaborazione con gli Enti locali rivolti alle fasce fragili della popolazione. A partire dal 20 ottobre si susseguiranno sul palcoscenico del Teatro Bobbio oltre 30 titoli in cartellone tra spettacoli «rossi», «blu» e fuori abbonamento, comprese le matinée per le scuole medie e superiori, per un’occupazione del teatro di più di 200 giornate. A presentare l’ampia e articolata stagione del Bobbio alla presenza dell’Assessore Regionale Gianni Torrenti e dell’Assessore del Comune di Trieste con delega ai Teatri Serena Tonel, sono stati stamattina la Presidente dello Stabile di Trieste, Livia Amabilino, il Direttore artistico Matteo Oleotto e il Direttore organizzativo Diego Matuchina. La conferenza stampa, trasmessa in streaming con la collaborazione della Be Nice, ha visto la presenza della stampa, degli artisti e degli amici della Contrada. Per primi sono stati illustrati i 12 titoli del nuovo cartellone, suddivisi fra spettacoli «rossi» e spettacoli «blu» - come da tradizione - che vedono la presenza, tra gli altri, di grandi interpreti come Raoul Bova, Milena Vukotic, Daniela Morozzi, Lucia Poli, Blas Roca Rey, Marilù Prati, Nini Salerno, Emilio Solfrizzi, Anna Galiena, Giorgio Lupano, Corrado Tedeschi, Paolo Calabresi, Biagio Izzo e Veronica Pivetti, oltre alla beniamina di casa, Ariella Reggio.

Partenza con il botto
Per gli spettacoli fuori abbonamento si riconferma il circuito Family Show con 3 appuntamenti di musical per bambini realizzati dalla compagnia bolognese Fantateatro, con la quale si è instaurata una proficua collaborazione. Andranno poi in scena altri 10 appuntamenti d’eccezione tra cui spiccano nomi di fama come Lillo e Greg, Sabina Guzzanti (in esclusiva regionale), Federico Rampini e Gino Paoli accompagnato dal maestro Danilo Rea. Ritorna inoltre il ciclo per gli studenti delle medie e superiori «I Fuoriclasse» con 4 spettacoli dalla forte connotazione sociale come pure la Rassegna Danza al Bobbio che inizierà a dicembre con Il Gran Galà di Capodanno con le Russian stars. La Stagione 2017/2018 partirà il 20 ottobre con l’irriverente spettacolo «Le Basabanchi», nuova produzione in triestino scritta e interpretata da Alessandro Fullin che ne è anche il regista insieme a Tina Sosic. In scena l’impareggiabile Ariella Reggio con Marzia Postogna, Franko Korosec, Francesco Godina, Valentino Pagliei e Daniela Gattorno. Uno spettacolo ambientato nel 1944 in uno scanzonatissimo convento dove un gruppo di suore scalmanate tenta di superare indenne la Tempesta della Storia. Previste anche delle recite straordinarie fuori abbonamento dal 27 al 31 ottobre.

Torna Solfrizzi
Secondo appuntamento in stagione con la nuova produzione della Contrada «La Cena Perfetta» di Sergio Pierattini, autore contemporaneo pluripremiato, in scena dal 10 al 15 novembre diretto da Nicola Pistoia e interpretato da Daniela Morozzi, Blas Roca Rey, Nini Salerno, Monica Rogledi, Ariele Vincenti. Lo spettacolo, che inizierà le prove a Roma domani 2 settembre debutterà in prima nazionale a Trieste e toccherà numerose piazze. In una banlieue di Parigi, il «Girgenti", piccolo ristorante dalla conduzione scalcinata e familiare, si prepara ad accogliere la quanto mai insperata visita di un ispettore della Guida Michelin. Tutto potrebbe cambiare a patto però di realizzare una cena perfetta! Dal 24 novembre appuntamento al Bobbio con «Il Borghese Gentiluomo», un classico dalla satira sferzante del grande Molière interpretato da Emilio Solfrizzi per la regia di Armando Pugliese. Un ricco borghese con l’aspirazione a diventare nobile, viene raggirato da tutti per questa sua fissazione. Solfrizzi, ha vinto molti premi ed è stato candidato a diverse nomination dal David di Donatello al Nastro d’Argento ed è noto anche grazie molte fiction e film.

Comicità
Dal 8 al 13 dicembre saliranno sul palcoscenico i protagonisti di «Sabbie Mobili»: Roberto Ciufoli, Gaspare e Max Pisu diretti da Alessandro Benvenuti. Di ritorno da una serata in Svizzera, due comici di successo vicini alla rottura si imbattono con il loro Cessna in una strana nube nera che li farà precipitare in un luogo misterioso dove è possibile atterrare sui fili della luce «come le rondini»… uno spettacolo che è una favola, un viaggio alla ricerca di se stessi e una celebrazione dell’amicizia. Con l’anno nuovo dal 12 al 17 gennaio andrà in scena «Alla faccia vostra» da una commedia del celebre autore francese Pierre Chesnot, che qui orchestra un vero e proprio meccanismo ad orologeria fatto di tempi perfetti, di entrate ed uscite a ripetizione e di continui colpi di scena. Una corsa al denaro, per accaparrarsi l’eredità di uno scrittore defunto, che coinvolge lo spettatore in un vortice di comicità. In scena due attori campioni di simpatia: Gianfranco Jannuzzo e Debora Caprioglio diretti da Patrick Rossi Gastaldi. Il 26 gennaio sarà la volta dell’attesissimo spettacolo con Raoul Bova e Chiara Francini: «Due». Da un letto da montare, simbolo di un nuovo inizio, alla rimessa in discussione di un’intera vita. Inizia così questa commedia con cui Luca Miniero, coautore e regista, ha voluto portare sul palcoscenico i piccoli, grandi problemi, dubbi e ostacoli che nascono all’interno di una coppia, persino quella più innamorata, che decide di fare il grande passo e sposarsi.

Camilleri
Dal 2 febbraio arriva sul palcoscenico del Bobbio «Il Diavolo, certamente», tratto da un romanzo di Andrea Camilleri e portato in scena dalla Compagnia Attori e tecnici capitanati da Viviana Toniolo. Sei passeggeri, perfetti sconosciuti, salgono sul treno e s’incontrano nello scompartimento 6 della carrozza 6. Superato l’imbarazzo iniziale, si raccontano alcune strane avventure, che diventano il pretesto per discutere sull’esistenza o meno del diavolo. Dal 23 febbraio calcheranno la scena tre attrici d’eccezione: Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati in «Sorelle Materassi». Lungamente applaudite al loro debutto al 50° Festival teatrale di Borgio Verezzi, le interpreti dell’adattamento firmato da Ugo Chiti arriveranno a Trieste «crudeli e esilaranti» nel noto dramma familiare di Aldo Palazzeschi. Lo spettacolo è diretto da Geppy Gleijeses. La Contrada, in coproduzione con I due della città del sole, presenta il 9 marzo «Notte di Follia» di Josiane Balasko con due grandiosi interpreti, Anna Galiena e Corrado Tedeschi. Due persone dai caratteri agli antipodi, sole, ma accomunate da uno stesso segreto iniziano un dialogo divertente e serrato che, col passare della notte, fa emergere il vero malessere che unisce queste due singolari anime. Questa commedia, diretta dal giovane regista emergente Antonio Zavatteri, dopo il debutto romano e una lunga tournèe, termina il giro in Friuli Venezia Giulia. «Qui e Ora», uno degli spettacoli cult di Mattia Torre, autore tra i più amati e apprezzati d’Italia, andrà in scena al Bobbio dal 23 marzo. Protagonisti Paolo Calabresi e Valerio Aprea. Un incidente in una strada secondaria della periferia romana, completamente deserta. Due scooter di grossa cilindrata subito dopo l'impatto: a terra, a pochi metri l'uno dall'altro, due uomini; il primo immobile, potrebbe essere morto, l'altro a fatica si alza. E anche il primo apre gli occhi. Sale sul palco il cinismo e il senso di lotta dell'Italia di oggi, in questo dramma diretto dallo stesso Torre, che unisce comicità e grottesco con un inatteso finale.

Izzo e Pivetti
Dal 6 all’ 11 aprile andrà in scena Biagio Izzo in «Dì che ti manda Picone», ideale seguito del noto film di Nanni Loy .nel film un operaio dell'Italsider di Bagnoli per protesta si dava fuoco in tribunale davanti al figlio piccolo e alla moglie. Che fine ha fatto quella creatura, il bimbo che assiste alla pira del padre? Ecco oggi lo spin-off che immagina Antonio ormai adulto, disoccupato, sposato, forse futuro papà, perseguitato da oscuri personaggi. In una casa fatiscente, che strizza l'occhio a un luna park napoletano in disuso, si consumerà la storia di una Napoli che fu e che forse non c'è più. Regia di Enrico Maria Lamanna Chiudono la stagione Veronica Pivetti e Giorgio Lupano in «Viktor e Viktoria», celebre commedia musicale trasposta due volte sul grande schermo. Al Bobbio dal 13 aprile vedremo l’adattamento italiano tratto dal film tedesco del 1933. Berlino, anni '30. Viktoria, talentuosa cantante disoccupata, annaspa alla disperata ricerca di una scrittura per arrivare a fine mese. Ma quando si finge "Viktor" tutto cambia. Tra battute di spirito e divertenti equivoci, con molta leggerezza, si arriva nelle profondità dell’animo umano. Veronica Pivetti si cimenta nell’insolito doppio ruolo di Viktor/Viktoria, reso immortale sul grande schermo da Julie Andrews, affiancata da Giorgio Lupano nel ruolo del protagonista maschile.

Fuori abbonamento
I titoli fuori abbonamento (per i quali gli abbonati della Stagione di Prosa godranno di un trattamento di favore) partiranno venerdì 17 novembre con lo spettacolo/concerto «Due come noi che…» con Gino Paoli e Danilo Rea (prevendite già aperte). Da giovedì 19 ottobre aprono le prevendite e le prenotazioni per tutti gli altri fuori abbonamento in cartellone, a partire dalla «Carmen» di scena il 23 novembre. Venerdì 1 dicembre salirà sul palco l’esilarante «Se ti sposo ti rovino» con Marco Cavallaro, che, garantisce «risate ogni 17 secondi». Venerdì 15 dicembre sarà la volta di «Prodigi» dell’illusionista e mentalista Vanni De Luca affiancato da Tiziano Grigioni. A seguire sabato 16 dicembre arriva la satira pungente di Sabina Guzzanti in «Come ne venimmo fuori». Dal 9 gennaio ritorna per il pubblico triestino, dopo il successo a Roma di quest’estate, la produzione della Contrada «Giovanna e il funambolico Alfredo» con Ariella Reggio e Francesco Magali. Il 23 gennaio Federico e Jacopo Rampini porteranno sul palco del Bobbio, il loro recital «L’età del caos. Trump Blues», tratto dall’ultimo libro del famoso giornalista. Appuntamento il 2 marzo con il piccolo gioiello prodotto dalla Contrada «Egon e Jim» del Prof. Renzo S. Crivelli mentre il 3 marzo arrivano le gag divertenti di Lillo e Greg e i loro «Best of». Infine il 17 marzo dopo il successo dell’anno scorso, unico data per «Viaggio nell’operetta. Il Musical», con Marzia Postogna, Andrea Binetti e il Golden Show Ensemble. Il ciclo Family Show quest’anno si apre domenica 17 dicembre con «Il canto di natale», musical liberamente ispirato al racconto di Charles Dickens.

Perdersi nel Paese delle meraviglie
Domenica 21 gennaio arriva a teatro «Alice nel pentagramma delle meraviglie», lo show musicale tutto da ballare in un mondo fatto di lepri valzerine, note salterine e un’iraconda regina. Infine domenica 4 marzo sarà «Il mago di Oz» a divertire grandi e piccini con il capolavoro di Frank L. Baum. Tutti gli spettacoli proposti sono realizzati dalla Compagnia Fantateatro. Torna la danza al Teatro Bobbio. Il 30 e 31 dicembre si potrà festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo con il Gran Galà di Capodanno «Russian Stars & Moscow Classical State Ballet by Titova. Il 9 Febbraio appuntamento con il commovente «Il lago dei cigni»con Marija Kichevska e Boban Kovachevs e la Compagnia Nazionale Raffaele Paganini. Ultimo appuntamento il 21 Aprile con «Flamenco live» insieme a Juan Manuel Carrillo, Luis Ortega e il Ballet Flamenco Español che presenteranno il Bolero di Ravel, lo Zapateado di Mozart e un numero di flamenco.

Tutte le informazioni
La campagna abbonamenti per la Stagione 2017/2018 della Contrada ha inizio sabato 2 settembre: tutti gli abbonamenti possono essere sottoscritti presso la biglietteria del Teatro (Via del Ghirlandaio, 12 • tel. 040.390613/948471 - orario: 8.30-13.00/15.30-18.30) o presso TicketPoint (Corso Italia, 6/c • tel. 040.3498276/3498277 - orario: 8.30-12.30/15.30-19.00). Gli abbonamenti liberi possono essere acquistati anche on line sui siti contrada.it e vivaticket.it. Il termine ultimo per riconfermare i posti della passata stagione scade venerdì 22 settembre. 

Informazioni: 040.948471; contrada@contrada.it; www.contrada.it.