12 novembre 2019
Aggiornato 12:30
teatro

Presentata la nuova stagione de La Contrada, Torrenti: «Teatro con una forte identità»

L'assessore alla Cultura: «La Regione ci tiene a svolgere un ruolo di incubatore rispetto alle realtà culturali del territorio, in particolare rispetto al sistema teatrale, e lo testimonia il fatto che, in Italia, siamo coloro i quali investono maggiormente in questo settore»

TRIESTE- «Un teatro con una forte identità, incomparabile ad altre realtà regionali, è capace di realizzare una proposta culturale originale che si concretizza in una stagione davvero interessante e completa». Lo ha detto l'assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti, intervenendo al teatro Bobbio di Trieste alla presentazione della stagione di prosa 2017-18 de La Contrada, il teatro stabile del capoluogo giuliano. «La Regione - ha sottolineato l'assessore - ci tiene a svolgere un ruolo di incubatore rispetto alle realtà culturali del territorio, in particolare rispetto al sistema teatrale, e lo testimonia il fatto che, in Italia, siamo coloro i quali investono maggiormente in questo settore».

Incentivare il pubblico
«Proprio in questo senso - ha evidenziato Torrenti - va letta la legge di riferimento in materia che, con il sistema dei finanziamenti triennali, garantisce la certezza dei contributi e quindi dà la possibilità di pianificare le attività a lungo termine. Il fruitore finale di questo sistema è il pubblico che, a fronte di un'offerta ampia e interessante, è incentivato ad andare a teatro». «Oltre che sulle attività teatrali - ha concluso l'assessore - l'investimento della Regione è stato anche sulle strutture per rendere sempre più accessibile, sicura e confortevole la fruizione della cultura».