8 dicembre 2019
Aggiornato 04:30
politica

La Regione valorizza la memoria delle portatrici carniche

Su proposta dell'assessore alla Cultura, Gianni Torrenti, la Giunta regionale ha approvato l'avviso pubblico che disciplina le modalità di concessione di incentivi per rievocare la figura e l'opera delle donne che trasportavano rifornimenti e munizioni fino alle prime linee italiane
La Regione valorizza la memoria delle portatrici carniche
La Regione valorizza la memoria delle portatrici carniche Regione Friuli Venezia Giulia

FVG - Su proposta dell'assessore alla Cultura, Gianni Torrenti, la Giunta regionale ha approvato l'avviso pubblico che disciplina le modalità di concessione di incentivi per iniziative progettuali di rievocazione della figura e dell'opera delle portatrici carniche.

Un riconoscimento da parte della Regione
Il documento è previsto dalla legge 22 del dicembre dello scorso anno, finalizzato a valorizzare la memoria e dare pieno riconoscimento alle donne che nel corso della prima guerra mondiale trasportavano con le loro gerle rifornimenti e munizioni fino alle prime linee italiane. Il regolamento, che sarà pubblicato sul sito ufficiale della Regione (www.regione.fvg.it), nel definire che beneficiari possono essere soggetti pubblici o privati senza fini di lucro che per statuto svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali, prevede che gli incentivi possano oscillare tra due mila e cinque mila euro. Le domande, redatte su apposita modulistica, scaricabile dal sito, vanno trasmessa esclusivamente tramite pec all'indirizzo cultura@certregione.fvg.it entro le 12 del 3 ottobre 2017. I progetti saranno valutati tenendo conto di diversi criteri, tra cui la capacità di attrarre finanziamenti, l'apporto di fondi diversi dal contributo regionale, il numero dei partner
coinvolti, l'estensione territoriale dell'evento, la realizzazione di studi e ricerche sul tema, il coinvolgimento delle scuole.