16 ottobre 2019
Aggiornato 07:00
la provocazione

Bici in centro, Romano: «Muggia non deve aderire alla Settimana europea della mobilità»

Il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle: «Le restrizioni alla circolazione delle bici in centro, la creazione di nuovi parcheggi per auto private, la qualità delle strade e dell'illuminazione fuori dal centro, l'assenza di previsione di spazi condivisi indicano in modo evidente la strada scelta dall'amministrazione: quella di favorire il traffico di auto private altamente inquinanti!»
In bici in città
In bici in città

MUGGIA - «Quest'anno il tema della Settimana europea della mobilità è "Mobilità pulita, condivisa e intelligente", pertanto chiediamo al Comune di Muggia di non aderire». Questa la provocazione del consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Emanuele Romano. «Anche basandosi solo sul primo anno di amministrazione, si tratta dell'unica scelta coerente - aggiunge Romano -. Le restrizioni alla circolazione delle bici in centro, la creazione di nuovi parcheggi per autovetture private, l'assenza di poste di bilancio dedicate alla mobilità sostenibile, la qualità delle strade e dell'illuminazione fuori dal centro, l'assenza di previsione di spazi condivisi indicano in modo evidente la strada scelta dall'amministrazione: quella di favorire il traffico di automobili private altamente inquinanti!».

Promesse su carta
«Tra le osservazioni al Piano regolatore generale comunale presentate e accolte, ricordiamo quella di predisporre degli attracchi lungo la costa per alleviare il traffico estivo con servizi marittimi e la previsione di riservare ricariche elettriche nei nuovi parcheggi: sono rimaste sulla carta! Per noi i fatti spiegano più delle parole: per questo - conclude Romano - l'amministrazione di Muggia dovrebbe aderire alla "Settimana europea dell'immobilità».