22 settembre 2019
Aggiornato 14:00
Mercoledì 13 settembre

A Servola inaugurato il complesso scolastico

Le modalità di realizzazione dell'atteso intervento di recupero, sistemazione e adattamento della rilevante e storica struttura scolastica - che risale al 1850 - sono state illustrate dagli assessori all'Educazione Angela Brandi e ai Lavori pubblici Elisa Lodi
A Servola inaugurato il complesso scolastico
A Servola inaugurato il complesso scolastico Comune di Trieste

TRIESTE - Canzoni, pensieri e un lancio ben augurale di palloncini da parte degli alunni delle scuole primarie De Marchi e Grbec – Stepančič e delle scuole dell’infanzia di Servola e Jakob Ukmar hanno salutato, mercoledì 13 settembre, in belvedere Guido De Santi 1 a Servola, l'inaugurazione del ristrutturato complesso scolastico. Presenti alla cerimonia anche il vicesindaco Pierpaolo Roberti, gli assessori all'Educazione Angela Brandi e ai Lavori pubblici Elisa Lodi, i consiglieri comunali Manuela Declich, Everest Bertoli e Antonella Grim, oltre ai dirigenti scolastici, insegnanti, funzionari e tecnici del Comune, molti abitanti del rione e il parroco di Servola don Carlo Gamberoni che ha benedetto la rinnovata struttura. Le modalità di realizzazione dell'atteso intervento di recupero, sistemazione e adattamento della rilevante e storica struttura scolastica - che risale al 1850 - sono state illustrate dagli assessori all'Educazione Angela Brandi e ai Lavori pubblici Elisa Lodi.

La ristrutturazione
L'assessore Brandi ha ricordato che il primo stanziamento per la ristrutturazione del complesso risaliva al gennaio 2011, alla seconda amministrazione Dipiazza e che ora - dopo un complesso iter caratterizzato anche dal blocco con il patto di stabilità - si conclude con gli ultimi fondi messi a disposizione dall'attuale amministrazione.  «Ci auguriamo - ha detto Angela Brandi - che i numeri degli alunni aumentino (attualmente sono un centinaio i bambini ospitati ndr) ora che la struttura è bella, funzionale e attrezzata», ringraziando infine insegnanti, tecnici e dirigenti del delle Aree Educazione e Lavori pubblici che si sono prodigati per la sua apertura con l'avvio del nuovo anno scolastico. «Buon anno scolastico nella vostra nuova sede». «È stato un intervento lungo e importante -ha aggiunto l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi- del valore di oltre 2 milioni di euro, che riconsegna finalmente un complesso scolastico senza barriere architettoniche, sicuro e rispondente a tutte le normative, anche quelle antisismiche.  Siamo intervenuti lo scorso anno reperendo i fondi necessari per avere una scuola completamente nuova e garantire il suo utilizzo fin da settembre. Gli spazi esterni saranno ultimati a breve (una delibera di 134 mila euro sarà approvata a giorni dalla giunta) con la realizzazione della recinzione, di un'area giochi e l'illuminazione degli spazi esterni. Nella scuola saranno posti anche cinque nidi per rondoni a cura dell'Associazione Liberi di Volare».

L'edificio
«Quando tagliamo un nastro e inauguriamo un'opera pubblica è sempre qualcosa di piacevole - ha ribadito il vicesindaco Pierpaolo Roberti - c'è un servizio in più e migliore per i cittadini e in questo caso per i nostri ragazzi e i nostri figli. Con questa amministrazione abbiamo portato a casa un risultato importante, un piano triennale delle opere imponente, da 48 milioni, 18 dei quali destinati all'edilizia scolastica». L'edificio di belvedere Guido De Santi a Servola è a tre piani e composto da un blocco principale a cui sono accorpate due ali edilizie trasversali e dispone di due cortili: uno alberato sul fronte principale e l'altro sul retro. Avviati nel marzo del 2015, i lavori al complesso scolastico hanno permesso di realizzare importanti opere di sistemazione ed adattamento riportando la struttura, che era inutilizzabile, alla sua piena funzionalità. La ristrutturazione complessiva -con un investimento totale di 2 milion1 e 140 mila euro di fondi comunali- ha visto il consolidamento dei solai, il rifacimento degli intonaci e dei rivestimenti esterni, la creazione di un cappotto isolante a rispetto della vigente normativa riguardante le prestazioni energetiche dell’edificio, nonché la messa a norma di tutti gli impianti idro-termosanitari, elettrici e speciali. A breve - come detto - sarà completato anche il cortile esterno, con la prevista realizzazione delle nuove recinzioni metalliche e in legno, la creazione di un'area verde e di una attrezzata per i giochi con pavimentazione in erba sintetica e gomma. Prevista anche un'adeguata illuminazione esterna per tutto il comprensorio.