24 settembre 2017
Aggiornato 12:00
Il 15 e 16 settembre

In scena l'Orchestra del Verdi diretta da Oleg Caetani

Il pubblico è molto affezionato al Maestro, che con l'Orchestra del Teatro ha un rapporto di grandissimo affiatamento artistico. Caetani ha inaugurato la Stagione Sinfonica 2015, mentre nella scorsa Stagione Lirica è stato indiscusso e apprezzato protagonista di Les pêcheurs de perles di Bizet

In scena l'Orchestra del Verdi diretta da Oleg Caetani (© Teatro Verdi di Trieste)

TRIESTE - Il ritorno del grande direttore Oleg Caetani e un programma musicale calibrato sulla sua straordinaria sensibilità interpretativa: è da non perdere il prossimo appuntamento con il Cartellone della Stagione Sinfonica del Teatro Verdi di Trieste, venerdì 15 settembre alle 20.30 e sabato 16 settembre alle 18, dopo il grandissimo successo dell'inaugurazione di domenica scorsa con il concerto fuori abbonamento di Ezio Bosso. 

Oleg Caetani è un interprete raffinato ed elegante, profondo conoscitore del repertorio russo
Qui a Trieste dirigerà l'Orchestra del Verdi in un vero e proprio viaggio musicale, da Rossini a Wagner a Šostakovič. Il pubblico del Verdi è molto affezionato al Maestro Caetani, che con l'Orchestra del Teatro ha un rapporto di grandissimo affiatamento artistico. Caetani ha inaugurato la Stagione Sinfonica 2015, mentre nella scorsa Stagione Lirica è stato indiscusso e apprezzato protagonista di Les pêcheurs de perles di Bizet. 

Un altro grande maestro
Si continua con un altro grande maestro del romanticismo Richard Wagner di cui verrà eseguita Morgendämmerung - Siegfrieds Rheinfahrt da Götterdämmerung. Il Viaggio di Sigfrido sul Reno segue il duetto d’amore tra Sigfrido e Brunhilde: mentre l'eroe abbandona la rupe e discende il fiume risuonano e si mescolano tutti i temi più importanti della Tetralogia, segnalando l'addio al vecchio mondo e lo schiudersi di nuovi orizzonti. Il concerto si concluderà con la grandiosa Quindicesima Sinfonia in la maggiore Op.141 di Dmitrij Šostakovič, un compositore molto caro a Caetani, che ne è uno dei massimi interpreti e conoscitori: Caetani ha curato la traduzione in tedesco del libretto de Il Naso per la produzione dell'opera a Francoforte nel 1991, oltre ad aver diretto nel 2007 la prima italiana dell'operetta Mosca, quartiere Čerëmuški e diverse prime di sue Sinfonie in tutto il mondo.