22 novembre 2017
Aggiornato 13:30
ricerca

Serracchiani lancia il progetto 4inno+: «Per promuovere il sistema della ricerca Fvg-Stati Uniti»

Il modello, frutto della partnership tra Regione e Area science park, intende supportare la creazione di un programma a sostegno dell'innovazione regionale basato su processi di collaborazione e trasferimento tecnologico tra il sistema della ricerca e quello delle imprese su scala internazionale

La presidente della Regione, Debora Serracchiani (© Diario di Trieste)

TRIESTE - Promuovere il sistema della ricerca scientifica, dell'innovazione e del trasferimento tecnologico tra Friuli Venezia Giulia e Stati Uniti. È questo lo scopo del progetto 4inno+ che la Giunta regionale ha approvato oggi su proposta della presidente Debora Serracchiani. Il modello, frutto della partnership tra Regione e Area science park, quest'ultima in qualità di responsabile del coordinamento del sistema scientifico e dell'innovazione (Sis), intende supportare la creazione di un programma a sostegno dell'innovazione regionale basato su processi di collaborazione e trasferimento tecnologico tra il sistema della ricerca e quello delle imprese su scala internazionale.

Perche gli Usa
«La scelta di puntare l'attenzione sugli Stati Uniti - ha commentato Serracchiani - è legata a diversi fattori. Innanzitutto sono un Paese che riveste particolare interesse per la Regione in quanto è il secondo mercato di sbocco del made in Friuli Venezia Giulia. Inoltre le istituzioni di ricerca e quelle industriali degli Usa hanno dimostrato una rinnovata volontà di collaborare con l'Unione europea. Gli Stati Uniti si confermano nel 2016 il Paese che, di gran lunga, investe di più al mondo in ricerca e sviluppo con un valore pari al 2,77 del pil, ovvero 514 miliardi di dollari».

L'idea
L'iniziativa prende le mosse da un accordo di collaborazione avviato nel 1988 tra i governi italiano e statunitense, rinforzatosi nel maggio dello scorso anno con la visita istituzionale della Regione al Mit di Boston a cui ha fatto seguito l'Innovation Forum svoltosi a Trieste due mesi più tardi. A fronte di tutto ciò è stata formulata una proposta di lavoro per rendere annuale il networking tra i due partner, con la volontà di creare una piattaforma tecnologica che possa dare impulso a iniziative internazionali per l'innovazione e il trasferimento tecnologico attraverso i progetti Industria 4.0 e Unity Fvg.

L'obiettivo
Per consentire una migliore competitività sul mercato globale e in coerenza con le traiettorie definite dalla strategia di specializzazione intelligente S3 del Friuli Venezia Giulia, il progetto focalizzerà l'attenzione su alcune eccellenze regionali con forte vitalità in termini di nuove imprese nate. Pertanto, la piattaforma Ict prenderà in esame le tematiche dei materiali avanzati, le scienze della vita e della sanità, il cognitive web intelligence&Ict, l'agrofood e lo sviluppo economico basato sull'innovazione, con uno specifico focus su logistica e trasporti.