1 dicembre 2020
Aggiornato 21:30
sabato 23 e domenica 24 settembre

A Gorizia il fine settimana delle Giornate Europee del Patrimonio e di Gusti di Frontiera

Aderendo all'iniziativa proposta dal Ministero per i Beni culturali la Biblioteca statale isontina proporrà un'apertura straordinaria delle due mostre che sviluppano il tema proposto

GORIZIA - E' dedicata al rapporto fra culturale e natura l'edizione 2017 delle Giornate Europee del Patrimonio che a Gorizia, come su tutto il territorio nazionale, si svolgeranno sabato 23 e domenica 24 settembre. Aderendo all'iniziativa proposta dal Ministero per i Beni culturali la Biblioteca statale isontina proporrà un'apertura straordinaria delle due mostre che sviluppano il tema proposto, sabato dalle 10.30 alle 18 e domenica dalle 15 alle 19.

Le iniziative in corso
Nella Galleria d'arte di Mario Di Iorio di via Mameli 12 potranno essere apprezzati i dipinti, disegni e grafiche sul tema uomo e natura realizzate dal pittore e autore di graphic novel Cesare Spanghero. Un progetto frutto della Bsi con il Circolo culturale Gradiscarte che comprende anche due sedi aperte a Gradisca d'Isonzo. La natura e l'essere umano sono protagonisti nelle opere su tele e carta di suor Adelgundis, religiosa che fece della pittura il suo linguaggio espressivo d'eccellenza, anche come docente ed educatrice. Nel fine settimana infatti saranno aperte dalle 9 alle 18 le sale al piano terra d'Istituto Nostra Signora di via Santa Chiara 14. L'evento nazionale a Gorizia è in contemporanea con la rassegna di enogastronomia dal mondo 'Gusti di Frontiera' stand aperti in centro città fino a domenica 24. Tutte le iniziative, corredate da cataloghi a colori, sono a ingresso libero. Tutti gli eventi in Italia delle giornate europeo del patrimonio sono pubblicati sul sito del MIBACT. Per seguire e raccontare in diretta l’evento sui social sono disponibili: #GEP2017 #culturaenatura.