24 marzo 2019
Aggiornato 22:30
l'evento

Alla scoperta dei prodotti tipici del Carso con 'Autunno a Opicina 2017'

La manifestazione, che si terrà in concomitanza con la Barcolana, proporrà musica, degustazioni, mercatini, esibizioni folkloristiche.
Un momento della presentazione dell'appuntamento Autunno a Opicina
Un momento della presentazione dell'appuntamento Autunno a Opicina Comune di Trieste

TRIESTE - Anche quest'anno a Opicina l'arrivo dell'autunno sarà festeggiato con la manifestazione «Autunno a Opicina - Foglie rosse sul Carso, vele bianche sul mare» che, estendendosi da venerdì 29 settembre fino a domenica 8 ottobre prevederà, per tutte le altre giornate, la proposta di specialità enogastronomiche attraverso un apposito «Itinerario del Gusto» alla scoperta dei prodotti tipici del Carso. Non solo. Ci sarà spazio per la musica, le mostre, i mercatini, le esibizioni folkloristiche, e ancora un concorso a tema per le più belle vetrine, l'esposizione della vettura storica più antica della linea tramviaria Trieste-Opicina, visite organizzate ai bunker tedeschi della Seconda guerra mondiale e ulteriori curiosità e motivi di interesse e di richiamo verso il maggiore e più animato borgo dell'Altipiano Carsico. 

La presentazione
La manifestazione, che si svolge in concomitanza con la «Barcolana», è stata presentata in Municipio dall'assessore comunale al Commercio ed Eventi correlati Lorenzo Giorgi e dalla presidente di «Insieme a Opicina-Skupaj na Opčinah» Nadia Bellina, presenti anche il Presidente della Banca di Credito Cooperativo del Carso-ZKB (principale sponsor dell'evento) Adriano Kovačič e altri due «protagonisti» di punta di questa edizione: il presidente dell'ASD Sci club-Smučarski klub «Brdina» (organizzatore della gran parte degli appuntamenti in programma nella piazzzola dell'Obelisco) Marco Piccini e il pittore opicinese Fulvio Cazzador che aprirà al pubblico per l'occasione il suo atelier di pittura e scultura, anche per così festeggiare i suoi 35 anni di attività artistica. 

Opicina punto di riferimento
L'assessore al Commercio Lorenzo Giorgi, in particolare, ha ricordato come le iniziative del Consorzio di Opicina rappresentino «ormai un preciso punto di riferimento e un vero e proprio esempio per tutti e modello da esportare negli altri rioni per il rilancio del commercio e contro la desertificazione delle periferie». Lanciando in tal senso un appello affinchè tutti i soggetti, rione per rione, si uniscano per dar vita a iniziative di rilancio del comparto: «La collaborazione fra gli imprenditori - ha detto Giorgi - è l'unico modo per promuovere veramente l'economia di un territorio. E confidiamo ora di poter finalmente a breve presentare un nuovo nato di questa specie, ovvero l'analogo Consorzio che si sta concretizzando nel rione di San Giacomo, prossimo importante nucleo in questa direzione».  Intanto a Opicina, anche in questa occasione, secondo gli indirizzi dell'amministrazione comunale volti a sostenere l'economia cittadina, le attività commerciali e gli esercizi pubblici che lo vorranno potranno promuovere e vendere i propri articoli esponendoli all'esterno in uno spazio antistante la propria attività gratuitamente e senza dover presentare richiesta di autorizzazione per l'occupazione del suolo pubblico, sempre naturalmente nel rispetto dei dettami del Codice della Strada. «A Opicina da qui a fine anno - ha ricordato infine Giorgi - verranno realizzati altri due eventi di animazione urbana e valorizzazione del territorio: «Illumina Opicina», in programma nel mese di novembre e dicembre, con le decorazioni e le prime luminarie natalizie, e «Natale con noi a Opicina», tradizionale rassegna con musica e mercatini svolta in occasione delle Feste di Fine Anno».

La soddisfazione degli organizzatori
«Sono davvero felice – ha aggiunto subito dopo la presidente del Consorzio Centro in Via «Insieme a Opicina - Skupaj na Opčinah» Nadia Bellina - di poter riproporre anche quest'anno, dopo il successso della prima edizione che aveva goduto di un finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia attraverso il Comune di Trieste, un'iniziativa molto suggestiva, rivolta alla promozione delle attività commerciali di Opicina e promossa dal nostro Consorzio in co-organizzazione con il Comune». E dopo aver portato il saluto del Presidente della locale Circoscrizione Altipiano Est Marko De Luisa, impossibilitato a presenziare, la Bellina ha concluso invitando tutti a visitare Opicina e ad ammirare le vetrine partecipanti al concorso, ricordando anche che «dal 29 settembre in poi saranno disponibili nei nostri negozi le nuove collezioni autunno inverno 2017-2018». Il presidente della ZKB-Banca di Credito Cooperativo del Carso Adriano Kovačič si è pure associato alle parole di Giorgi affermando che «Opicina può essere un esempio per tutti». Evidenziando quindi come il ruolo svolto dalla ZKB a sostegno delle iniziative del territorio stia portando a risultati concreti davvero soddisfacenti. 

Il programma
Più nel dettaglio del programma, «Autunno a Opicina 2017» proporrà ogni giorno un «Itinerario del gusto» alla scoperta dei sapori tipici, dai salumi al vino, al miele, ai formaggi, all'olio, che coinvolgerà una ventina di locali di Opicina e altrettante aziende agricole della zona: gli esercizi pubblici aderenti, in collaborazione con le aziende produttrici locali, promuoveranno i prodotti tipici all'interno delle proprie sedi e/o in uno spazio antistante, dedicando ognuno alla manifestazione dei piatti, dei dolci, delle ricette o dei menù a tema, dalla colazione al pranzo, all'aperitivo fino alla cena. Nel corso di tutte e dieci le giornate saranno anche previste speciali iniziative dedicate ai bambini. 

Visita guidata
Ogni giorno, dall'1 al 5 ottobre, verrà poi svolta, alle 16.30, una visita gratuita ai bunker di Opicina presso l'Obelisco a cura del Gruppo Escursionisti Triestini (su prenotazione, scrivendo a gruppoescursionistitriestini@gmail.com o telefonando al 346-8516570). Venerdì 6 ottobre è prevista una doppia visita, alle  9.30 e alle 16.30, e domenica 8, dalle 9.30, sarà possibile assistere alla spettacolare partenza della Barcolana – prevista per le 10.30 - dal Belvedere di Opicina sul percorso di visita ai bunker. Altre due visite infine – sempre gratuite previa prenotazione - si terranno nella stessa domenica, alle ore 16 e alle 20 (ultima visita in notturna dell'anno). Il ritrovo è fissato un quarto d'ora prima di ogni visita presso il parcheggio del quadrivio di Opicina. Dal 6 all'8 ottobre (venerdì dalle 16 alle 22, sabato dalle 10 alle 22 e domenica dalle 9 alle 22) nella piazzola antistante l'Obelisco – illuminato la sera - sarà allestito un gazebo con specialità enogastronomiche, a cura dell'associazione sportiva ASD SK «Brdina». Venerdì e sabato, dalle 19 alle 22, il pubblico presente sarà allietato con un programma di musica dal vivo. Venerdì 6, alle ore 20, sempre all'Obelisco, avrà luogo il concerto dei cori MPZ "Vesna" di Santa Croce e MePZ "Rdeča Zvezda" di Sales; sabato 7, alle 17, l'esibizione della banda "Viktor Parma" di Trebiciano. Quest'anno ci sarà spazio anche per una ex tempore per bambini dai 6 a 11 anni sul tema della "Barcolana». L'appuntamento è per sabato 7, dalle 10 alle 12.30, ancora nella piazzola dell'Obelisco. La giuria, composta dai professori Jasna Merkù e Matja¸ Fajt, premierà i tre migliori lavori presentati. La cerimonia di premiazione si terrà alle 14. 

Questo weekend
Da sabato 30 settembre a domenica 8 ottobre, dalle ore 17 alle 20, sarà visitabile una mostra a tema presso l'Atelier del pittore Fulvio Cazzador che festeggia i 35 anni di attività. Venerdì 29 e sabato 30 settembre, dall'alba al tramonto, i marciapiedi del centro ospiteranno il Mercatino dell'Usato e dell'Artigianato Artistico, a cura dell'Associazione culturale «Cose di Vecchie Case». A grande richiesta, visto il successo dell'anno passato, il sabato sarà nuovamente allestita anche l'»isola» di scambio di giochi, giocattoli e figurine per i bambini. In attesa dell'auspicato ritorno del tram, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 ottobre, dalle ore 16.30 alle 19, alla Stazione Tranviaria di Opicina, grazie alla Trieste Trasporti, verrà esposta l'antica vettura storica n. 6, non marciante: turisti e residenti potranno scattare al vecchio tram una significativa foto ricordo.