22 settembre 2019
Aggiornato 16:00
il caso

Tram Opicina, Menis: «Trieste Trasporti non ha chiesto la riattivazione della linea: Bucci si dimetta»

Lunedì scorso il Movimento 5 Stelle ha presentato all'assessore Bucci una domanda di attualità sul mancato ripristino del servizio del tram di Opicina: «Bucci è stato reticente, non ha risposto accampando motivazioni procedurali»
Paolo Menis
Paolo Menis Diario di Trieste

TRIESTE - Lunedì scorso il Movimento 5 Stelle ha presentato all'assessore Bucci una domanda di attualità sul mancato ripristino del servizio del tram di Opicina. «In particolare abbiamo chiesto perché, per mesi, Dipiazza e Bucci abbiano imputato il ritardo all'inadempienza dell'Ustif quando invece erano ancora in corso verifiche tecniche da parte di una società incaricata dal Comune di Trieste. Abbiamo chiesto inoltre quali siano gli esiti dell'inchiesta interna a Trieste Trasporti che il sindaco ha chiesto alcuni giorni dopo l'incidente avvenuto il 16 agosto 2016» spiega il capogruppo del M5S in Consiglio comunale Paolo Menis.

Richiesta di dimissioni
«Bucci è stato reticente - afferma ancora -, non ha risposto accampando motivazioni procedurali. Abbiamo capito solo successivamente il vero motivo. L'imbarazzo era dato dal fatto che doveva confermare che Trieste Trasporti non aveva mai inoltrato richiesta ufficiale all'Ustif per ottenere il nulla osta per l'utilizzo della linea. Ad oggi, come abbiamo appurato con gli uffici tecnici del Comune, non risulta inviata da Trieste Trasporti  nessuna richiesta di riattivazione della linea». «Per questi motivi - conclude Menis - l'assessore comunale dovrebbe fare solo una cosa: dimettersi».