20 aprile 2019
Aggiornato 07:00
l'incontro

Dipiazza incontra gli oltre 100 studenti coinvolti nella International Friendship Week

Un “super-gruppo” di studenti di cinque diverse nazionalità, accompagnati dai rispettivi insegnanti, sono stati ospiti per otto giorni nella nostra città nell'ambito della “2° Settimana Internazionale dell'Amicizia”
Il gruppo al completo
Il gruppo al completo Comune di Trieste

TRIESTE - Un «super-gruppo» di oltre 100 studenti, di cinque diverse nazionalità, accompagnati dai rispettivi insegnanti, ospiti per otto giorni nella nostra città nell'ambito della «2° Settimana Internazionale dell'Amicizia» ("International Friendship Week") organizzata dall'Istituto Tecnico Statale «Deledda-Fabiani», è giunto in visita in Municipio dove è stato ricevuto dal sindaco Roberto Dipiazza. Accogliendo i ragazzi, provenienti da scuole superiori di Germania, Finlandia, Repubblica Ceca, India e – gli italiani – da Salerno e dal nostro ITS «Deledda-Fabiani», Dipiazza ha innanzitutto espresso a tutti il caldo benvenuto della città, subito contraccambiato da un poderoso applauso, illustrando poi le grandi linee delle vicende politiche ed economiche, spesso tormentate e complesse, della storia di Trieste degli ultimi secoli, dalla fondazione dell'Emporio agli anni difficili del Novecento «quando su questo Palazzo e in questa bella piazza dove vi trovate salirono e discesero nell'arco di pochi anni più di cinque diverse bandiere di Paesi che si contesero questo territorio», e poi fino ai giorni nostri quando «nuove importantissime opportunità di sviluppo, ancora una volta nella direzione dell'internazionalità e dei rapporti con l'Europa Centro-Orientale, ma anche fino alla Cina con la più recente apertura della nuova «Via della Seta», si stanno concretizzando, specialmente nei settori della portualità e della ricerca scientifica oltre che per i prevedibili investimenti connessi al riuso della vasta area del Porto Vecchio, offrendo rilevanti occasioni e prospettive per il nostro futuro». 

Obiettivi
Lo scopo e il significato dell'iniziativa del «Deledda-Fabiani» sono stati viceversa spiegati al sindaco dalla professoressa Maria Cristina Simeoni, una tra le insegnanti dell'Istituto principalmente coinvolte in questo bel progetto di scambi reciproci tra scuole, a livello internazionale, che farà sì che, concluso domenica prossima il viaggio degli studenti stranieri a Trieste, saranno poi i nostri ragazzi a recarsi prima a Salerno (la prossima settimana) e poi, a fine ottobre, in India e, un altro gruppo, in Giappone. Non è mancato al termine il tradizionale scambio di doni, con un guidoncino rosso-alabardato per ogni «delegazione» ospite, ricambiato da vari e originali ricordi e prodotti dei diversi Paesi offerti al sindaco.