17 ottobre 2017
Aggiornato 15:00
Sicurezza a Trieste

Provvedimenti di viabilità in occasione della Barcolana: le indicazioni del Comune

Sono state illustrate in Municipio le tre diverse Ordinanze comunali inerenti l'ormai imminente “Barcolana” e gli eventi a essa connessi e alcune iniziative correlate.

Pierpaolo Roberti, il commissario aggiunto della Polizia Locale Fulvio Degrassi e il capitano di fregata Giulio Giraud (© Comune di Trieste)

TRIESTE - Sono state illustrate in Municipio le tre diverse Ordinanze comunali inerenti l'ormai imminente «Barcolana» e gli eventi a essa connessi e alcune iniziative correlate. A esporre i provvedimenti sono intervenuti il vicesindaco a assessore alla polizia locale e sicurezza Pierpaolo Roberti, il commissario aggiunto della Polizia Locale Fulvio Degrassi e il capitano di fregata Giulio Giraud per la locale Capitaneria di Porto-Guardia Costiera. 

Frecce Tricolori
Le limitazioni al traffico, sempre nel quadro delle molteplici manifestazioni collegate alla «Barcolana», scatteranno nelle prossime giornate di martedì 3 e mercoledì 4 ottobre in concomitanza con l'attesa Manifestazione aerea delle Frecce Tricolori, che eseguiranno sul Golfo e sulla Città e sorvolando la piazza dell'Unità, prima dei «passaggi» e uno spettacolo di prova, comunque bello e interessante (martedì), poi lo spettacolo vero e proprio (mercoledì) completo delle scie tricolori; ciò che avverrà, in entrambe le mattinate, fra le 10.30 e le 10.45. 

Divieto di transito
In questo caso – ha spiegato Roberti – e più che altro per evitare affollamenti, code e magari tamponamenti fra autovetture che rallentano per poter osservare i passaggi degli aerei, è stato disposto, dalle 10 alle 11 di martedì 3 e di mercoledì 4 ottobre e comunque fino a cessate necessità il divieto di transito per tutti i veicoli (con deroga a favore dei bus del trasporto pubblico locale, dei taxi nonché dei pullman turistici) lungo la direttrice Corso Cavour - piazza Duca Degli Abruzzi - Riva Tre Novembre - Riva Caduti per l'Italianità - Riva del Mandracchio - Riva Nazario Sauro, sull'intero tratto compreso tra l’intersezione con via Milano e piazza Venezia. 

Le giornate più centrali e «critiche» della kermesse
Ecco le relative disposizioni: 
- l’istituzione del divieto di transito per i tutti i veicoli (in questo caso sarà un blocco totale, mezzi pubblici compresi) dalle 16 di sabato 7 alle ore 15 di domenica 8 ottobre in Riva del Mandracchio, Riva Caduti per l'Italianità e Riva Tre Novembre, nel tratto compreso tra via del Mercato Vecchio e piazza Tommaseo; e ciò – è stato specificato – per garantire il movimento pedonale e gli attraversamenti delle Rive «centrali» in tutta tranquillità; 
- inoltre, dalle ore 8 alle 14 di domenica 8, il senso unico di marcia in Strada del Friuli, nel tratto compreso tra via del Perarolo e l’abitato di Prosecco con direzione verso quest’ultimo; in via San Nazario con direzione verso la Strada Vicentina, nonché nel tratto di strada congiungente Strada Vicentina / via San Nazario con la S.P. n. 1 «del Carso» con direzione verso quest’ultima; 
e ancora, nell'intento di favorire e garantire al meglio l'attività degli esercizi pubblici nell'area più prossima alle Rive (che potranno per l'occasione esporre o estendere degli opportuni dehors): 
- la chiusura al traffico veicolare (sia pubblico che privato dalle ore 17.30 di sabato 7 alle ore 3 di domenica 8 delle vie Armando Diaz (nel tratto compreso tra le vie del Mercato Vecchio e dell’Annunziata), Luigi Cadorna (nel tratto compreso tra le vie Venezian e del Mercato Vecchio), Cavana (nel tratto Venezian-Madonna del Mare), Madonna del Mare (nel tratto Cavana-Bastione), Felice Venezian (nel tratto e senso di marcia tra via Diaz e via di Cavana); 
- il divieto di sosta e fermata con rimozione su ambo i lati delle stesse suddette vie e loro medesimi tratti, dalle ore 16 di sabato 7 alle ore 3 di domenica 8. 

Altri provvedimenti prevedono: 
- dalle ore 0 di lunedì 2 alle 8 di martedì 10 ottobre il divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli in piazzale Straulino e Rode (area ex piscina «Bruno Bianchi»); 
- e ancora, nel comprensorio del «Porto Vecchio» - prima volta, è stato sottolineato, in cui il Comune interviene con il proprio personale e i propri mezzi dopo l'acquisizione dell'area sdemanializzata - l’istituzione del divieto di transito per tutti i veicoli sulla strada e parcheggio circostanti il Magazzino 26, tutti i giorni dalle 20 alle 22, già in atto e vigente fino a sabato 7 ottobre (con deroga per i bus navetta della Trieste Trasporti per poter raggiungere l’area retrostante il Magazzino, sede dello spettacolo di Suoni e Luci «Trieste una città dal grande destino» promosso da A.I.R.S.A.C. Europa in co-organizzazione con il Comune); il divieto di sosta e fermata con rimozione per l'intera giornata sulla parte del piazzale adibito a parcheggio sul retro del Magazzino 26, già in atto e vigente fino alle 24 di martedì 10; e, contestualmente, sempre fino alle ore 24 di martedì 10, l’istituzione di un'ulteriore area di parcheggio aperta al pubblico localizzata tra il Magazzino 28 e il molo del Bacino Molo «0» con modalità di sosta indicate dalla segnaletica orizzontale. 

La Polizia incontra la cittadinanza
Infine, in conclusione della conferenza stampa, mentre il commissario Fulvio Degrassi ha illustrato il notevole dispiegamento di forze messo in campo dalla Polizia Locale per questa del tutto speciale occasione (compresa la presenza di diversi agenti in borghese per la miglior vigilanza sulla complessiva sicurezza delle manifestazioni), il vicesindaco Roberti e il capitano Giraud hanno annunciato la bella e interessante iniziativa congiunta organizzata da Comune- Polizia Locale e dalla Capitaneria di Porto-Guardia Costiera per giovedì 5 ottobre, alle 18.30, allo stand della Guardia Costiera presso il «Villaggio Barcolana» (in Piazza Duca degli Abruzzi 4): una «chiacchierata – dibattito» aperta a tutti i cittadini interessati – e in particolare, naturalmente, ai frequentatori del nostro mare, sul tema «Tra strada e mare, la vita al centro - Salvaguardare le persone come missione».

L'appuntamento
Dopo il saluto del vicesindaco Roberti e gli interventi del Comandante della Polizia Locale di Trieste Sergio Abbate e del Comandante della Guardia Costiera e Capitaneria di Porto Luca Sancilio, si parlerà di come ogni giorno la Polizia Locale e la Guardia Costiera aiutano a mantenere sicura la nostra città sia a terra che in mare, e quindi anche – ha assicurato il capitano Giraud – di fenomeni tipici del nostro Golfo e delle aree adriatiche a noi più vicine come i pericolosi «neverini», dei rischi che si corrono, dei soccorsi effettuati, spesso in condizioni estreme, delle misure di sicurezza e prevenzione da adottare. Inoltre – ha reso noto Giraud – in questo periodo di «Barcolana» la Capitaneria «aprirà» le sue aree esterne e accessi al mare prossimi alla sua sede in Porto Vecchio ai visitatori, che saranno i benvenuti!