23 settembre 2018
Aggiornato 01:00

Addio code telefoniche e vecchi centralini, per prenotare il taxi basta un clic

Grande novità per i tassisti triestini. Si tratta dell'adesione della Cooperativa Radio Taxi Trieste (forte di 227 tassisti) alla rete italiana di “IT Taxi” con l'introduzione in uso dell'omonima applicazione telematica
Taxi
Taxi (Diario di Trieste)

TRIESTE - Un servizio taxi sempre più aggiornato e dotato delle più moderne capacità telematiche, in una città sempre più moderna e avanzata, e sempre meglio «dimensionata» e organizzata, oltre che per servire nel miglior modo i suoi cittadini, anche per accogliere nel modo più funzionale i crescenti flussi di turisti, in gran parte stranieri, che scelgono di visitarla. Questo il «succo» e il senso delle rilevanti e altamente interessanti novità illustrate in Comune dall'Assessore allo Sviluppo Economico e Turismo Maurizio Bucci assieme ai rappresentanti della Cooperativa Radio Taxi di Trieste (la titolare dello storico recapito telefonico 040-30.77.30) guidati dal presidente Davide Secoli e al segretario generale della Confartigianato Enrico Eva, presente anche il neo-presidente provinciale di Confcooperative Dario Perisini. 

Il titolo dell'iniziativa
Ha introdotto l'assessore Bucci «motivando» il titolo dato alla conferenza stampa («Taxi: un nuovo servizio telematico in una Trieste Città Smart») con queste parole: «I tassisti triestini hanno introdotto nel loro servizio un prodotto telematico non solo nuovo ma davvero splendido! Una novità che sarà oltremodo utile e gradita agli utenti e che viene a costituire, molto concretamente, una delle molte innovazioni che questa Amministrazione Comunale, che crede fermamente nel principio di una «città smart», agile e moderna, al passo con gli sviluppi della tecnologia e della scienza, intende introdurre e supportare». «E proprio in tal senso – ha annunciato Bucci con l'occasione – saremo il 13 ottobre a Bruxelles per proporre la candidatura di «Trieste Città Smart», ovvero per un progetto europeo tendente a finanziare la modernizzazione di diversi servizi della città e della pubblica amministrazione locale, ottenendo anche i contributi necessari per impiegare in questo studio i giovani ricercatori e specialisti del settore presenti a Trieste». 

Il servizio
Dopo l'intervento del segretario della locale Confartigianato Enrico Eva che ha osservato come «una Trieste chiaramente sempre più caratterizzata come città turistica deve essere preparata a offrire servizi sempre migliori e sempre più innovativi», è toccato quindi al presidente della Cooperativa Radio Taxi Davide Secoli illustrare nel dettaglio il contenuto delle novità introdotte e – come dimostrato poco dopo con la effettiva chiamata di un taxi nella sottostante via Genova – già pienamente operative. Si tratta dell'adesione della Cooperativa Radio Taxi Trieste (forte di 227 tassisti) alla rete italiana di «IT Taxi» con l'introduzione in uso dell'omonima applicazione telematica, via via introdotta nel corso di quest'anno e proprio in questi ultimi giorni (dal 1 ottobre) ancor più potenziata con ulteriori capacità. Ciò che consentirà agli utenti in possesso di uno smartphone (o di un analogo strumento informatico) di «dire addio alle code telefoniche e ai vecchi centralini, potendo finalmente prenotare un taxi facilmente, con pochi click, direttamente dal suo telefono portatile». 

Come fare
In pratica, dopo aver scaricato sul proprio smartphone l'applicazione «IT Taxi», il cliente potrà, da qualunque punto della città si trovi, chiedere l'arrivo del taxi e quindi semplicemente attendere che, sullo stesso telefonino, gli venga comunicata dalla centrale la sigla del taxi e il tempo di arrivo. Tra l'altro, sulla mappa della città che si aprirà sullo stesso telefonino, il cliente potrà seguire tutto il percorso e le successive posizioni del taxi in arrivo; tra l'altro così verificando, in qualsiasi momento, per un servizio sempre più trasparente, dove si trovi e per dove passi il taxi che lo sta raggiungendo. Tutto ciò grazie a un potente elaboratore, che funge da «super-centralino», ma che ora sarà contattabile con un semplice click, senza più dover passare per la voce di un addetto né per alcun tempo di attesa, visto che tutte le prenotazioni saranno raccolte dal computer istantaneamente. Elaboratore il quale individuerà quindi esattamente il punto dove il cliente si trova grazie al sistema di geolocalizzazione attivo nello smartphone. 

Basta un clic
Da non trascurare neanche il connesso fattore della massima velocizzazione nell'arrivo del taxi poiché, proprio grazie agli ultimissimi accorgimenti appena introdotti, il «centralone» informatico di Radio Taxi Trieste sarà anche in grado di individuare tutti i taxi in servizio nella zona prossima al punto di chiamata e mandare verso l'utente quello esattamente più vicino, tenendo conto a tal fine anche dei sensi unici e degli eventuali ostacoli, rallentamenti o blocchi presenti nelle vie. E' evidente, anche con ciò, il sensibile risparmio di tempo che si otterrà. Inoltre, sempre con la suddetta applicazione, lo stesso utente, se lo vorrà, potrà semplicemente segnalare – sempre con un click - le sue eventuali necessità più specifiche: problemi di disabilità, scelta di taxi più alti o bassi a seconda di disturbi o esigenze fisiche anche temporanee, trasporto di più persone, di animali ecc. Il servizio potrà anche così memorizzare le eventuali tratte abituali di un determinato cliente, anche qui per avere ripetutamente a disposizione un taxi senza più veloce, «facile» e senza stress. Facilitazioni anche per la scelta del modo di pagamento: direttamente al tassista, come da tradizione, o tramite uno dei provider di pagamento digitale che verranno indicati.