15 dicembre 2017
Aggiornato 05:00
IL FERMO

Carabinieri e Polizia rumena intercettano un carico di materiale nautico rubato a Muggia

Hanno bloccato presso la dogana di Negylak (tra Ungheria e Romania), un cittadino rumeno, T.A. classe 1989, poiché trovato alla guida di una autovettura con targa francese mentre trasportava alcuni motori fuoribordo e materiale da imbarcazione trafugati presso la società nautica Marea di Muggia

Carabinieri (© Diario di Trieste)

TRIESTE - I Carabinieri della Tenenza di Muggia, in collaborazione con la Polizia della Romania, hanno bloccato presso la dogana di Negylak (tra Ungheria e Romania), un cittadino rumeno, T.A. classe 1989, poiché trovato alla guida di una autovettura con targa francese mentre trasportava alcuni motori fuoribordo e materiale da imbarcazione trafugati presso la società nautica Marea di Muggia. Il fermato, ritenuto responsabile del reato di ricettazione e senza precedenti penali, è verosimilmente uno dei componenti della banda che, nella notte tra il 5 ed il 6 ottobre 2017, hanno rubato all’interno della società nautica 4 motori marini fuoribordo, impianti e materiale di imbarcazioni ivi presenti, per un valore complessivo di circa 24.000 euro. 

Il fermo
Gli autori del raid, dopo essere penetrati all’interno dell’area di rimessaggio della società, approfittando del buio, hanno smontato il materiale, lo hanno caricato sulla vettura e sono partiti immediatamente alla volta della Romania. I Carabinieri, intervenuti nella mattinata sul posto e dopo aver raccolto tutti gli indizi, hanno attivato la cooperazione internazionale delle forze di polizia, interfacciandosi, attraverso la Banca Dati Schengen, con la Polizia rumena. Questi ultimi, nella serata del 5 ottobre, sono riusciti ad individuare e bloccare l’uomo a bordo di una Opel Astra, mentre tentava di raggiungere la propria «base» logistica. La refurtiva recuperata sarà restituita ai legittimi proprietari, mentre l’uomo risponderà, a vario titolo, alle Autorità Giudiziarie di Italia e Romania.