17 ottobre 2017
Aggiornato 15:00
Attività di retrovalico della Polizia di Frontiera di Trieste

Trasporta in taxi tre migranti irregolari: tassista finisce in manette

Il fatto è successo ieri mattina in località Fernetti, dove D.P. è stato fermato per un controllo da una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera di Trieste.

Polizia di Frontiera (© Diario di Trieste)

TRIESTE - Trasportava in taxi tre migranti irregolari e per il tassista, un cittadino sloveno di 57 anni, sono scattate le manette per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il fatto è successo ieri mattina in località Fernetti, dove D.P., queste le iniziali dell’arrestato, è stato fermato per un controllo da una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera di Trieste. I tre passeggeri del taxi, cittadini turchi rispettivamente di 25, 33 e 46 anni, erano privi dei requisiti per l’ingresso e il soggiorno nel territorio nazionale o in un altro Paese comunitario. I tre sono stati, quindi, denunciati a piede libero per il reato di immigrazione clandestina e immediatamente riammessi in Slovenia, come previsto dagli accordi bilaterali. L’arresto del cittadino comunitario è stato eseguito nell’ambito delle consuete attività di retrovalico mirate alla prevenzione e repressione dell’immigrazione clandestina e di altri fenomeni della criminalità transfrontaliera.