11 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Trasportavano in taxi un migrante irregolare: due arresti a Fernetti

Per il tassista, un cittadino sloveno di 47 anni, e una bulgara di 31 anni, sono scattate le manette per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina
Polizia di Frontiera
Polizia di Frontiera (Diario di Trieste)

TRIESTE - Trasportavano in taxi un migrante irregolare e per il tassista, un cittadino sloveno di 47 anni, e una bulgara di 31 anni, sono scattate le manette per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il fatto è successo nel fine settimana in località Fernetti, dove H.T. e A.P., queste le iniziali degli arrestati, sono stati fermati per un controllo da una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera di Trieste. Il passeggero del taxi, un cittadino afghano di 20 anni, era privo dei requisiti per l’ingresso e il soggiorno nel territorio nazionale o in un altro Paese comunitario.

La denuncia
Il cittadino afghano è stato, quindi, denunciato a piede libero per il reato di immigrazione clandestina e immediatamente riammesso in Slovenia, come previsto dagli accordi bilaterali. Al momento del controllo gli operatori si sono insospettiti per la presenza delle tendine parasole poste sui finestrini posteriori del taxi, che facevano intravedere delle ombre in movimento. Di qui la scoperta del migrante. L’arresto dei due comunitari è stato eseguito nell’ambito delle consuete attività di retrovalico mirate alla prevenzione e repressione dell’immigrazione clandestina e di altri fenomeni della criminalità transfrontaliera.