17 novembre 2018
Aggiornato 10:00

Spaccia in prossimità di una scuola: arrestato

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Gorizia hanno tratto in arresto uno straniero sorpreso a spacciare in prossimità di una scuola
Spaccia in prossimità di una scuola: arrestato
Spaccia in prossimità di una scuola: arrestato (Shutterstock.com)

GORIZIA - I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Gorizia hanno tratto in arresto uno straniero sorpreso a spacciare in prossimità di una scuola. In particolare, nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto a fenomeni illeciti e allo spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità degli istituti scolastici disposti dalla Compagnia di Gorizia negli orari di ingresso e uscita degli studenti, lunedì 16 ottobre i militari del Nucleo Operativo stavano monitorando in abiti civili l’area in prossimità dell’Istituto professionale superiore 'Cossar-Da Vinci', di via Virgilio. Poco dopo le 13, mentre i ragazzi stavano uscendo da scuola, i militari si accorgevano di un gruppetto di stranieri nel parcheggio adiacente all’Istituto scolastico che confabulavano tra loro e a un certo punto uno di questi, dapprima mostrava un pacchetto ad un altro, poi gli consegnava qualcosa. Insospettiti della cosa, i carabinieri decidevano di intervenire.

Flagranza di spaccio di droga
Riuscivano, infatti, a bloccare subito i due citati stranieri e un altro che era con loro, appurando che quanto appena consegnato sotto i loro occhi era un pezzetto rettangolare di hashish di circa mezzo grammo. A quel punto è scattato il controllo più approfondito sui vestiti dei tre e lo zaino del cedente la sostanza. All’interno della sacca venivano trovati due panetti di hashish confezionati in involucri di cellophane, nonchè 39 pezzetti rettangolari di hashish, del peso variabile, simili a quello appena consegnato dallo spacciatore all’altro straniero. Inoltre, anche il terzo straniero veniva trovato in possesso di un altro pezzetto di hashish di circa un grammo.

Tre richiedenti asilo
Accompagnati in caserma in Corso Verdi, dove venivano approfondite le indagini e perquisiti a dovere gli stranieri, emergeva che si trattava di tre pakistani, di cui due (M.I. del 1989 e A.M. del 1990) muniti di permesso di soggiorno per richiedenti asilo e dimoranti a Gorizia, mentre lo spacciatore (I.Z. del 1993) era un richiedente asilo in attesa del permesso di soggiorno ed era alloggiato al C.A.R.A. di Gradisca.

Sequestro e arresto
La sostanza complessivamente sequestrata a quest’ultimo, tra i due panetti e i 39 pezzetti era di circa 115 grammi, con un valore stimato sul mercato di oltre 1.000 euro. Al termine degli accertamenti, il giovane spacciatore veniva tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti aggravato dalla circostanza che il delitto veniva posto in essere in prossimità di una scuola e associato alla casa circondariale di Gorizia, mentre gli altri due stranieri sono stati segnalati alla Prefettura per detenzione per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. Mercoledì 18 ottobre, nel pomeriggio, l’arrestato è stato portato dinanzi al G.I.P. che ha convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere nei suoi confronti. L’attività di controllo dei Carabinieri scaturisce da una serie di segnalazioni pervenute sia l’anno scorso che all’inizio di quest’anno scolastico da alcuni genitori e insegnanti di vari istituti di istruzione goriziani su possibili giri sospetti in prossimità delle scuole che potevano coinvolgere anche studenti, per cui la Compagnia di Gorizia ha disposto un’intensificazione dei servizi di controllo presso le scuole, in particolare negli orari di ingresso e uscita degli studenti, sia a cura dei normali servizi con auto con colori d’istituto e in divisa che in abiti civili, proprio per prevenire il fenomeno e contrastarlo in modo efficace, in modo da dare una risposta immediata alle preziose segnalazioni e una prova tangibile dell’attenzione che l’Arma dedica alla tutela delle fasce deboli, in particolare per prevenire ed evitare che il consumo di stupefacenti attecchisca tra i giovani.

Gli arresti nel 2017
Infatti, dall’inizio dell’anno la Compagnia di Gorizia ha arrestato 7 persone e denunciato altri 28 soggetti (di cui 2 minori) per spaccio di sostanze stupefacenti, segnalando alla Prefettura 36 persone (di cui 10 minori) per detenzione per uso personale di stupefacenti, nonché sequestrato complessivamente: 1170 gr. di marjuana, 135 gr. di hashish, 84 gr. di eroina, 19 gr. di cocaina, 192 pastiglie di droghe sintetiche, psicofarmaci e simili; nonché numerose confezioni di metadone e altre sostanze simili illecitamente detenute.