18 novembre 2017
Aggiornato 13:00
Il 9 novembre

Attività produttive: Bolzonello, il Porto di Trieste ha una vocazione internazionale

Bolzonello ha visitato la sede dell'importante operatore portuale, che opera nel settore della logistica quale terminalista per i traghetti che dagli scali turchi trasportano a Trieste i mezzi pesanti i quali poi raggiungono, carichi di merci di ogni natura, tutta l'Europa centro-orientale e i Paesi nordici

Attività produttive: Bolzonello, il Porto di Trieste ha una vocazione internazionale (© Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - La centralità del porto di Trieste negli scambi commerciali tra l'Europa e la Turchia e lo sviluppo del comparto logistico sono stati i temi al centro dell'incontro nella mattinata del 9 novembre tra il vice presidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, e il presidente e amministratore delegato della Samer & Co Shipping, Enrico Samer. Bolzonello ha visitato la sede dell'importante operatore portuale, che opera nel settore della logistica quale terminalista per i traghetti che dagli scali turchi trasportano a Trieste i mezzi pesanti i quali poi raggiungono, carichi di merci di ogni natura, tutta l'Europa centro-orientale e i Paesi nordici.

Ricordando la partnership tra Area di ricerca, Autorità di sistema portuale del mare Adriatico Orientale e Samer, che ha dato via la progetto Freeway Trieste, il vice presidente ha evidenziato "l'importanza per la nostra regione di iniziative che creino sviluppo, con conseguenti ricadute occupazionali sul territorio, e favoriscano l'insediamento di nuove imprese e l'arrivo di ulteriori investimenti, anche dall'estero». Bolzonello ha quindi sottolineato "la rilevanza dell'innovazione e della collaborazione tra le numerose eccellenze del Friuli Venezia Giulia, come il Porto Franco di Trieste e il sistema della ricerca scientifica, per lo sviluppo nell'area portuale di imprese vocate a una visione internazionale, come ad esempio la Samer & Co Shipping".