18 novembre 2017
Aggiornato 13:00
A Trieste

Boom di visitatori per l'edizione 2017 di Tattoo Expo

Affluenza record con un +30% rispetto all'anno scorso e per il 2018 gli organizzatori pensano a una nuova location, per accogliere le tantissime richieste, che vanno ben al di l della capienza del Salone degli Incanti

Boom di visitatori per l'edizione 2017 di Tattoo Expo ( Tattoo Expo)

TRIESTE - Boom di visitatori, giunti dal Nordest e anche da Slovenia, Croazia e Austria, con code e ingressi senza sosta all'International Tattoo Expo di Trieste, la manifestazione dedicata ai tatuaggi, giunta alla decima edizione, ospitata da venerdì scorso a domenica al Salone degli Incanti. Affluenza record con un +30% rispetto all'anno scorso e per il 2018 gli organizzatori pensano a una nuova location, per accogliere le tantissime richieste, che vanno ben al di là della capienza della struttura. In più, all'evento, si potrebbero aggiungere anche altri appuntamenti artistici.

Intanto l'edizione 2017 è stata segnata dai tatuatori giunti da tutto il mondo, da tanti momenti di spettacolo, all'insegna della musica e dell'intrattenimento, e soprattutto da migliaia di persone pronte a farsi tatuare direttamente sul posto, scegliendo tra studi e professionisti conosciuti e apprezzati a livello internazionale. Sul palco della kermesse nel weekend sono saliti gli ospiti speciali Elena Grimaldi e Andrea Rock, e ancora gli show di Alister Dance All Stars, art fusion by Giulio Masieri "vs" Gabriele Bonato, audiopaint con Giulio Masieri, Body painting con Masso Art.Complessivamente i tatuatori presenti sono stati oltre 200. Foto, curiosità e informazioni sono pubblicate sulla pagina ufficiale Facebook dell'evento. Grande successo anche per i contest tra tatuatori, che hanno incuriosito e appassionato il pubblico, gare a colpi di creatività e bravura che hanno premiato i migliori disegni, divisi in diverse categorie, compreso il miglior tattoo iniziato e finito all'interno dell'expo.

Nel corso dei tre giorni i professionisti del settore sono stati invasi da richieste da parte di persone giunte a Trieste proprio per farsi imprimere un disegno sulla pelle da nomi prestigiosi del settore. C'è chi ha scelto piccoli simboli, chi ha optato per immagini grandi, spesso colorate, in tutte le parti del corpo, sotto gli sguardi attenti del pubblico. La maggior parte ha scelto proprio grandi tattoo, che hanno richiesto ore o giornate intere per essere completati. Domenica mattina il Salone degli incanti ha ospitato anche un incontro, a cura dell'associazionetatuatori.it, dove si è discusso delle problematiche e delle necessità della categoria, al quale hanno preso parte responsabili di studi arrivati a Trieste da tutto il Friuli Venezia Giulia.