27 maggio 2018
Aggiornato 01:00
a Trieste

Imprese: prorogato al 21 dicembre il bando Mise per l'area di crisi

Le imprese partecipanti hanno l'obbligo di selezionare prioritariamente tra i nuovi assunti lavoratori provenienti dal settore siderurgico e dal suo indotto e disoccupati o percettori di ammortizzatori sociali

Imprese: prorogato al 21 dicembre il bando Mise per l'area di crisi (© Adobe Stock)

FVG - Il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha prorogato alle ore 12 del 21 dicembre 2017 il termine per la presentazione delle domande di finanziamento a Invitalia per il bando relativo all'area di crisi industriale complessa di Trieste.

Il bando, per il quale sono stati stanziati dal Mise 15 milioni di euro, ha come obiettivo garantire un ritorno occupazionale di medio-lungo periodo e prevede l'obbligo per le imprese partecipanti di selezionare prioritariamente tra i nuovi assunti i lavoratori del bacino occupazionale individuato dal bando stesso che comprende, tra gli altri, lavoratori provenienti dal settore siderurgico e dal suo indotto e disoccupati o percettori di ammortizzatori sociali del territorio interessato.

Gli investimenti devono essere realizzati nell'area di crisi industriale complessa di Trieste, che comprende il comprensorio dell'Ente zona industriale di Trieste (Ezit), ora in liquidazione, la zona industriale dell'ex Arsenale e le aree demaniali in concessione alla Siderurgica Triestina, con l'esclusione della piattaforma logistica (primo e secondo stralcio). Per ulteriori informazioni consultare i siti web del Mise (www.sviluppoeconomico.gov.it) e di Invitalia (www.invitalia.it).