12 dicembre 2017
Aggiornato 09:00
Sabato 2 dicembre alle 20.30 nella Sala del Ridotto del Verdi

“Il sogno di Giulia” continua, una serata per ricordarla a un anno dalla scomparsa

Durante la serata, per volontà della famiglia, si rifletterà anche sulla sicurezza stradale, perché non succeda più ad altri quanto è accaduto a Giulia. L'ingresso alla serata è libero a partire dalle 20, ma chi lo vorrà, potrà contribuire per far sì che il sogno di Giulia pozza realizzarsi. La serata si tiene con il contributo della Fondazione CRTrieste

“Il sogno di Giulia” continua, una serata per ricordarla a un anno dalla scomparsa (© Diario di Trieste)

TRIESTE - Sabato 2 dicembre ricorre il primo anniversario della scomparsa di Giulia Buttazzoni. Nell’occasione, per ricordarla, la parrocchia di Santa Caterina da Siena, assieme a Roberta Buttazzoni Lonza, Silvio e Marco, organizza una serata musicale, «Il sogno di Giulia», con il contributo della Fondazione CRTrieste.  

L’appuntamento
Alle 17.30 nella parrocchia di Santa Caterina in via dei Mille, 18, che era la parrocchia di Giulia, verrà celebrata una S. Messa. A seguire, alle 20.30, la Sala del Ridotto "Victor De Sabata" del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Riva Tre Novembre 1, per mantenere vivo il sogno di Giulia ospiterà un concerto dell'Orchestra Giovanile San Giusto della Diocesi nel corso della quale verranno eseguite le Quattro Stagioni di Vivaldi. Nel corso della serata verranno eseguite le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. Solista, la giovane e promettente violinista Emanuela Colagrossi.  «Abbiamo voluto dedicare a Giulia una serata musicale perché – ha spiegato don Lorenzo Magarelli - quando sentimenti così forti emergono, credo che l’unica voce che possa parlare è la musica». Durante la serata, per volontà della famiglia, si rifletterà anche sulla sicurezza stradale, perché non succeda più ad altri quanto è accaduto a Giulia.  L'ingresso alla serata è libero a partire dalle 20, ma chi lo vorrà, potrà contribuire per far sì che il sogno di Giulia pozza realizzarsi.  La serata si tiene con il contributo della Fondazione CRTrieste. 

La famiglia
Nel giugno scorso a Giulia era stata dedicata una serata al Politeama Rossetti per ricordarla in musica e dare speranza il suo sogno.  «Approfittiamo di questa occasione – ha concluso la famiglia Buttazzoni e il Parroco della parrocchia di Santa Caterina da Siena, don Lorenzo Magarelli - per ringraziare ancora una volta quanti - e sono stati davvero tantissimi - si sono adoperati per la realizzazione dello spettacolo e lo stupendo e caloroso pubblico intervenuto per testimoniare la propria vicinanza e il proprio affetto ai compagni di scuola e di classe, agli amici e ai familiari di Giulia. E soprattutto desideriamo ringraziare quanti hanno voluto donare un contributo per dare forma al suo sogno. Grazie al successo e alla generosità degli intervenuti, abbiamo potuto raccogliere 5.000 euro che verranno destinati a "Il sogno di Giulia", un progetto attraverso il quale intendiamo aiutare i ragazzi delle scuole superiori a vivere esperienze formative e vogliamo dotare l'Istituto scolastico "Deledda Fabiani" di un'aula di microbiologia. Un particolare ringraziamento per quella serata va al Servizio Polizia Stradale e a tutta la Polizia di Stato, al Comune di Trieste, alla Direzione del teatro "ilRossetti", al Prefetto di Trieste e al Conservatorio di musica "G. Tartini" e, naturalmente, ai musicisti, cantanti, ballerini e presentatori che hanno colorato la serata».