12 dicembre 2017
Aggiornato 09:00
Il 7 dicembre

Latitante dal 2015 fermato in Slovenia e ora in carcere a Trieste: deve scontare oltre 10 anni

W.M. era destinatario di un ordine di esecuzione della pena detentiva emesso dalla Procura Generale della Repubblica dalla Corte d’Appello di Bologna. Infatti deve espiare un cumulo di pene di dieci anni, due mesi e ventidue giorni di reclusione, oltre a pagare una multa di quasi trentamila euro

Latitante dal 2015 fermato in Slovenia e ora in carcere a Trieste: deve scontare oltre 10 anni (© AdobeStock | Stefano Neri)

TRIESTE - Ricercato dal dicembre 2015 in ambito Schengen dall’Autorità Giudiziaria italiana, è stato estradato dalla Slovenia e ora è rinchiuso nel carcere del capoluogo giuliano. L’ex latitante, un cittadino italiano di 43 anni, W.M. le sue iniziali, è stato preso in consegna nella mattinata del 7 dicembre a Fernetti dal personale del settore polizia di frontiera di Trieste, coadiuvato dalla squadra mobile di Modena.

La pena
W.M. era destinatario di un ordine di esecuzione della pena detentiva emesso dalla Procura Generale della Repubblica dalla Corte d’Appello di Bologna. Infatti deve espiare un cumulo di pene di dieci anni, due mesi e ventidue giorni di reclusione, oltre a pagare una multa di quasi trentamila euro. Il connazionale è stato condannato per i reati di furto aggravato e traffico illecito di sostanze stupefacenti, commessi, in concorso, nel Nord e Centro Italia. L’esecuzione delle estradizioni, sia attive che passive, rientra tra le attribuzioni di esclusiva competenza della Polizia di Frontiera di Trieste, così come le riammissioni di cittadini extracomunitari senza formalità alla frontiera, in base all’Accordo bilaterale con la vicina Repubblica di Slovenia.