17 dicembre 2018
Aggiornato 01:00

Ricerca: 132mila euro per i parchi scientifici friulani

La Giunta regionale ha deliberato la ripartizione delle risorse aggiuntive stanziate a favore degli enti gestori dei parchi scientifici
Ricerca: 132mila euro per i parchi scientifici friulani
Ricerca: 132mila euro per i parchi scientifici friulani (Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - La Giunta regionale ha deliberato, su proposta dell'assessore alla Ricerca, Loredana Panariti, la ripartizione delle risorse aggiuntive stanziate per l'anno in corso a favore degli enti gestori dei parchi scientifici e tecnologici e del Bic Incubatori Fvg di Trieste. La finalità del provvedimento, come ha evidenziato l'assessore, è quella del sostegno alla crescita della competitività del sistema economico territoriale.

Nuove risorse impiegate 
Nel dettaglio, si tratta di 132mila euro che vengono così ripartiti: 50mila al Consorzio per l'area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste, 70mila al Polo tecnologico di Pordenone e 12mila a Friuli innovazione Centro di ricerca e di trasferimento tecnologico. Come ha sottolineato Panariti, queste risorse si inseriscono all'interno del progetto Open Innovation System (Ois) che prevede modalità di azioni collaborative tra i quattro parchi scientifici regionali e il Bic Incubatori Fvg, nonché la progressiva integrazione degli altri attori (associazioni datoriali, distretti e cluster) impegnati nel sostegno alle imprese, fino a costruire un sistema unico integrato per l'innovazione al servizio della manifattura e del sistema della ricerca del Friuli Venezia Giulia. «La priorità dell'apertura ai mercati della conoscenza, così come la necessità dell'accesso alle informazioni e dell'accelerazione tecnologica, impongono questa logica dell'open innovation e ci indicano la via degli investimenti rivolti a quelle azioni strategiche - ha concluso Panariti - finalizzate alla competitività del territorio e del suo sistema produttivo».