Cronaca | Trieste

“Riordino della rete ospedaliera triestina”: firmato l'accordo

Si tratta di un nuovo tracciato migliorativo sotto il profilo viabilistico e della sicurezza stradale, ma anche in vista del potenziamento del Polo Ospedaliero

“Riordino della rete ospedaliera triestina”: firmato l'accordo
“Riordino della rete ospedaliera triestina”: firmato l'accordo (Comune di Trieste)

TRIESTE - Firmato in Municipio da Comune di Trieste, Regione, ASUITs, Burlo Garofolo e Anas, il «verbale d'intesa» relativo all'Accordo di Programma  per il «Riordino della rete ospedaliera triestina».  Il documento è stato sottoscritto dal sindaco Roberto Dipiazza, dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Maria Grazia Santoro, dai direttori generali dell' ASUITs, Adriano Marcolongo, e del Burlo Garofolo, Gianluigi Scannapieco, e dal responsabile dell'Area Compartimentale dell'Anas, Antonio Marsella.

Modifiche necessarie
Tramite questo atto, le Amministrazioni manifestano formalmente la loro volontà a modificare l'Accordo di Programma introducendo le modifiche necessarie per le esigenze del nuovo Polo ospedaliero in fase di realizzazione e le modifiche intervenute a seguito della firma dell'Atto d'intesa tra Comune e Anas del 24 ottobre scorso.

Sicurezza stradale
Si tratta di un nuovo tracciato migliorativo sia sotto il profilo viabilistico che della sicurezza stradale, anche in vista del potenziamento del Polo Ospedaliero di Cattinara e dell’accorpamento con l’Ospedale pediatrico, che prevede un accesso al polo ospedaliero da sud nella zona di via Alpi Giulie con uno svincolo dalla GVT, completo per tutte le direzioni di origine e destinazione,  a servizio anche della zona limitrofa allo svincolo stesso, attualmente senza accessi ed uscite connesse con la Gvt medesima. Viene previsto inoltre lo stralcio di alcune opere di viabilità previste nell'AdP 2009 (bretella sud, rotatoria 202, rotatoria Marchesetti-Forlanini, rotatoria Cattinara), la modifica dell'assetto della viabilità interna al comprensorio conseguente alla modifica dei tracciati e riguardanti alcune variazioni da apportare agli strumenti urbanistici di dettaglio riguardanti gli assetti volumetrici, la flessibilità e l'agibilità.  Con questo verbale d'intesa, tutti gli Amministratori si sono impegnati con la sottoscrizione a dare mandato ai rispettivi uffici tecnici di predisporre le istruttorie necessarie per giungere all'aggiornamento dell'Accordo e alla sua sottoscrizione.