19 ottobre 2018
Aggiornato 07:00

Natale: l'Unione Istriani trasmette un vero senso di comunità

«L'Unione degli Istriani possiede un senso di comunità che mi fa intervenire con piacere alle vostre manifestazioni» queste le parole dell'Assessore Peroni
Natale: l'Unione Istriani trasmette un vero senso di comunità
Natale: l'Unione Istriani trasmette un vero senso di comunità (Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - «L'Unione degli Istriani sa trasmettere un senso di comunità che mi tiene particolarmente vicino all'associazione e mi fa intervenire con piacere alle vostre manifestazioni». Lo ha detto l'assessore regionale alle Finanze Francesco Peroni, intervenendo oggi a Trieste al tradizionale scambio di auguri presso la sede dell'Unione degli Istriani.

Una vicinanza della Regione
Portando al presidente Massimiliano Lacota e agli ospiti il saluto e gli auguri della presidente della Regione e di tutta la Giunta, Peroni ha ricordato «il lavoro svolto in partnership dalla Regione e dall'Unione degli Istriani, in iniziative culturali di primo rango quali ad esempio la serie di convegni organizzati nel 70esimo anniversario dei Trattati di Roma, o la collaborazione al premio Histria Terra». L'assessore ha testimoniato la vicinanza della Regione nell'opera di memoria dell'Esodo, indicando che «per effetto della soppressione delle Province, la Regione ha acquisito nel proprio patrimonio il Centro Raccolta Profugi di Padriciano, attribuendolo all'Ente regionale per il Patrimonio culturale. Pertanto - ha aggiunto - nelle prossime settimane dall'Amministrazione regionale verrà instradato un percorso
amministrativo in vista di una fruizione pubblica del sito, di concerto con l'Unione degli Istriani».


L'importanza del sito
Rispondendo alle parole dell'assessore, Lacota ha ribadito «l'importanza di un sito, unico sotto certi aspetti tra i centinaia che erano sparsi in Italia per accogliere i profughi. Chiuso addirittura negli anni 70 inoltrati, racconta ancora oggi la situazione di grave disagio e sofferenza in cui si vennero a trovarsi gli esuli, anche in tempi relativamente recenti». Nel corso della cerimonia, che ha avuto luogo nella Sala Chersi di Palazzo Tonello, il gruppo Lumen Harmonicum ha eseguito musiche di W.A. Mozart, F. Mendelssohn Bartholdy e brani della tradizione natalizia. Hanno preso la parola anche il vicesindaco di Trieste Roberto Roberti e l'assessore al personale Michele Lobianco. Era presente il rettore del Tempio Mariano di Monte Grisa, padre Luigi Moro.