24 aprile 2018
Aggiornato 10:30
Il 6 gennaio 2018

«La Bora» porta 1.253 atleti sul Carso da 27 nazioni

Da tutta Italia e dall’estero per le quattro gare competitive (8, 21, 57, 167 km) organizzato da Asd SentieroUno

«La Bora» porta 1.253 atleti sul Carso da 27 nazioni (© Radio Punto Zero)

TRIESTE - 1.253 atleti da tutta Italia e dall’estero sono pronti a calcare i sentieri del Carso triestino e sloveno e a partecipare alla terza edizione de La Corsa della Bora, l’evento del 6 gennaio, organizzato da Asd SentieroUno. Un numero che fa della manifestazione il primo evento di trail running della regione, il primo appuntamento di trail invernale di tutta Europa e uno degli «eventi trail» più frequentati a livello nazionale.

Quattro le gare competitive in programma 
Quattro le gare competitive: S1Just-8km, un mix di trail e asfalto, adatto ai palati di tutti i runner con un percorso dall’alto tasso panoramico che si snoderà dal Villaggio del Pescatore, con partenza alle ore 12.00, a Visogliano, lungo il sentiero Rilke e attraverso la Riserva Naturale delle Falesie di Duino, con fantastiche vedute sul Golfo di Trieste. L’unica gara competitiva alla quale è ancora possibile iscriversi, fino alla mezzanotte del 4 gennaio.
Poi ci sono i trail da 57 e 21 km. Gli atleti della 57 km partiranno alle prime luci del giorno della Befana, alle 7.30, da Pesek, al confine con la Slovenia, correndo i primi chilometri proprio in territorio sloveno per poi calarsi nella Riserva Naturale della Val Rosandra e affrontare la parte più tecnica e impegnativa del percorso fino alla risalita a Draga S.Elia. Da lì, lungo il sentiero Cai 1 e le sue diramazioni, raggiungeranno Opicina-Obelisco e incroceranno la partenza della 21 km, programmata alle 11.30. Un percorso spettacolare, nella boscaglia carsica e affacciato sul mare, che condurrà i runner attraverso S.Croce e Duino e con un passaggio sui ciottoli e i sassi della spiaggia della Costa dei Barbari fino all’arrivo ai Campi Sportivi di Visogliano.
Infine, gli indomiti della 167km correranno un anello da Visogliano a Visogliano che si svilupperà in tutta la sua parte centrale in Slovenia, toccando le cime al confine tra Slovenia e Croazia. Un percorso, in questa sezione, totalmente innevato, che gli atleti dovranno affrontare in semi-autonomia, anche di notte, senza marcavia ma solo con GPS e rifornimenti in una propria cassa che verrà trovata in campi-base ogni 20km. Le partenze saranno scaglionate in 3 gruppi: alle 22.00 di giovedì 4 gennaio, alle 5.00 e alle 10.00 di venerdì 5 gennaio.

Gli eventi collaterali 
Ma non solo eventi competitivi: anche passeggiate, attività per gli amici a 4 zampe ed animazione per tutta la famiglia. Appuntamento il 6 gennaio ai Campi di Visogliano, per una passeggiata Fiasp aperta a tutti con ristori con i formaggi tipici di Ceroglie e Medeazza e con percorso segnato da 6 e 13km attorno al Monte Ermada (iscrizioni dalle 8 alle 10 del 6 gennaio). Per gli escursionisti esperti, invece, c’è CamminaBora, escursione di circa 4 ore organizzata dal Cai Muggia in Val Rosandra.  Ma anche S1Dog, circa 4km di camminate e giochi per gli amici a quattro zampe, e la visita speleologica alla Grotta Valentina guidata dal Gruppo Speleologico San Giusto che farà scoprire le bellezze nascoste di una delle grotte meno conosciute del nostro Carso, anche ai bambini dai 5 anni in su.
Lungo i 242 km di sentieri che verranno percorsi, attraversando 3 Riserve Naturali, veglieranno 350 volontari, singoli entusiasti o membri di una delle 40 associazioni coinvolte, italiane e slovene, tra cui i rifugiati dell'ICS- Consorzio Italiano Solidarietà, gli studenti della sezione turistica dello IAL FVG, i Vigli del Fuoco Volontari, la Protezione Civile, le Cravatte Rosse, l’Esercito Italiano - Reggimento «Piemonte Cavalleria», i membri della Comunella di Bagnoli e di quella di Dolina (Srenja Boljunec e Dolina).

Organizzatori e sostenitori 
Una manifestazione organizzata nel segno della sicurezza e del rispetto ambientale, grazie a Trieste Trasporti, Isontina Ambiente, Friuli Venezia Giulia Strade e Soccorso Alpino-Sezione di Trieste, riconosciuta Ecofesta dalla Regione Fvg e con Wwf Trieste e Italia quali environmental partner.
La Corsa della Bora ha il patrocinio di Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismo Fvg, Comune di Trieste, Comune di Duino Aurisina - Občina Devin Nabre¸ina, Comune di San Dorligo della Valle - Občina Dolina, Comune di Sgonico -  Občina Zgonik, Comune di Monrupino - Občina Repentabor, Občina Hrpelje-Kozina, Občina Koper, Coni Fvg e Aics Fvg.