19 novembre 2018
Aggiornato 01:30

A Mariano del Friuli un 'appuntamento' con Maria Teresa d'Austria

L’incontro con Ezio Giust sarà l’occasione per scoprire aspetti inediti di una sovrana che, con il suo spirito visionario, ha segnato il destino del territorio
A Mariano del Friuli un 'appuntamento' con Maria Teresa d'Austria
A Mariano del Friuli un 'appuntamento' con Maria Teresa d'Austria (Web)

MARIANO DEL FRIULI - Domenica 14 gennaio alle 11.30 nella sala consiliare in piazza del Municipio a Mariano del Friuli un appuntamento su 'Maria Teresa d'Austria: imperatrice, donna, madre. A 300 anni dalla nascita'. L’incontro con Ezio Giust sarà l’occasione per scoprire aspetti inediti di una sovrana che, con il suo spirito visionario, ha segnato il destino dei nostri territori. Anche Mariano - come scrive Pre Tite Falzari – ha beneficiato della Sua magnanimità, quando, con apposito decreto, ha concesso un aiuto economico per la costruzione della Chiesa Parrocchiale di San Gottardo.

Chi è Ezio Giust
Ezio Giust nasce a Trieste, dove vive, nel 1949. Perito edile ha lavorato in un’azienda metalmeccanica. È sempre attivo nella pallacanestro come arbitro. Da giovane, nell’osteria 'L’Alpin' del padre Virginio, conosce il poeta dialettale Guido Sambo che sarà determinante per il suo percorso poetico e di studio del dialetto triestino. Inizia così un’attenta ricerca sugli autori triestini e nel contempo cura, con specifico interesse, la grammatica nella scrittura in dialetto, materia che tuttora insegna. In seguito lo studio si amplia con la storia di Trieste e dei toponimi, anche regionali. Affronta particolarmente un’analisi etimologica delle molte voci straniere presenti nel dialetto triestino. Indaga pure sulla formazione e l’evoluzione storica di questo linguaggio, cioè dall’antica parlata locale, friulaneggiante o 'tergestino' e in parallelo sui termini del 'muglisano', fino alla lenta trasformazione attraverso il 'veneziano coloniale', il cui motore del cambiamento fu l’istituzione del porto franco (patenti imperiali del 1719 e 1749). Tali studi e ricerche lo portano a realizzare cicli di conferenze e a partecipare a trasmissioni televisive. Soprattutto svolge costantemente, a partire dal 2006, incontri didattici nelle scuole, facendo conoscere i poeti dialettali del passato, testimoni illustri del 'linguaggio materno', tale da assurgere a 'lingua dialettale' con sentimenti ed emozioni propri, non solo della lingua italiana. Ezio Giust è vincitore di vari concorsi di poesia in dialetto; è risultato primo classificato nel concorso nazionale 'Trieste poesia' nel 2005. Molti suoi scritti sono apparsi su collane e pubblicazioni, alcune poesie sono state tradotte in inglese e croato.