24 aprile 2018
Aggiornato 10:30
Nella notte dello scorso 9 gennaio

I carabinieri di Prosecco sventano un furto e arrestano uno dei responsabili

Il risultato operativo raggiunto è il risultato dell’intensificazione dei dispositivi di prevenzione predisposti dalla compagnia carabinieri di Aurisina

Il risultato operativo raggiunto è il risultato dell’intensificazione dei dispositivi di prevenzione (© Carabinieri)

TRIESTE - Nella notte dello scorso 9 gennaio i militari della stazione dei carabinieri di Prosecco hanno tratto in arresto in flagranza di reato V. M. H., cittadino romeno, classe 1979, per tentato furto.

Presi in flagranza
I militari, nel corso di un servizio preventivo di controllo del territorio svolto in arco orario notturno nel centro abitato di Trieste – Prosecco, hanno notato un gruppo di persone che stava cercando di forzare l’ingresso del Bar ‘Caffe Milic’. Alla vista dei carabinieri, che si erano immediatamente fermati per bloccarli, i malviventi si sono dati alla fuga a piedi. Gli uomini dell’Arma sono però riusciti a bloccare V. M. H. prima che riuscisse ad allontanarsi dall’attività commerciale. I militari hanno anche rinvenuto e sequestrato l’autovettura utilizzata dalla banda e gli arnesi utilizzati per forzare la porta di ingresso del locale.

L’intensificazione dei dispositivi di prevenzione
Il risultato operativo raggiunto è il risultato dell’intensificazione dei dispositivi di prevenzione predisposti dalla compagnia carabinieri di Aurisina per il periodo a ridosso delle festività, teso a garantire il controllo dell’altipiano carsico con più servizi preventivi nelle diverse fasce orarie e ad assicurare un tempestivo intervento per qualsiasi segnalazione da parte cittadini. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato al Coroneo, dove si trova ristretto a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste.