19 ottobre 2018
Aggiornato 21:30

Trieste: la grata cede, 33enne incinta cade in una botola

Sul posto è poi giunta un’ambulanza, assieme ai mezzi della polizia locale. La donna è stata portata al Burlo Garofolo, poi è stata trasferita a Cattinara
Trieste: la grata cede, 33enne incinta cade in una botola
Trieste: la grata cede, 33enne incinta cade in una botola (Diario di Trieste)

TRIESTE - Una fotografia le è quasi costata la vita. E' successo in pieno centro, a Trieste. Due amiche passeggiano fra le vie del centro. Arrivate davanti a un’elegante vetrina di una pellicceria all’altezza di via San Lazzaro 2/c, decidono di scattare una foto. Ma qualcosa non va. Una delle due, una 33enne incinta di quattro mesi, come anticipa Il Piccolo, si avvicina alla vetrina per mettersi in posa, qualche secondo, e precipita in una botola: una delle ribalte che la chiudevano ha ceduto. L’amica 35enne, che avrebbe dovuto scattare la foto, a mala pena capisce cosa sta accadendo. 

Riflessi pronti
La prontezza della 33enne futura mamma le ha probabilmente salvato la vita (o in ogni caso le ha impedito di farsi molto male). La donna si è infatti aggrappata l’altra griglia, che non aveva (ancora) ceduto. Nel frattempo sono sopraggiunti due passanti che hanno aiutato la donna, assieme all’aiuto dell’amica, a uscire dal tombino. Giusto in tempo, poco dopo, infatti, anche l’altra griglia ha ceduto. 

Accertamenti
Sul posto è poi giunta un’ambulanza, assieme ai mezzi della polizia locale. La donna è stata portata al Burlo Garofolo, poi è stata trasferita a Cattinara, dove ha trascorso la notte in osservazione. Ora è a casa in assoluto riposo per qualche tempo. Ha riportato molti lividi, e dovrà indossare un collare per una settimana, ma soprattutto è sotto choc. Sporgerà denuncia, non appena verrà chiarito chi è il proprietario della botola, non l’AcegasApsAmga, che delimitato l’area con alcuni nastri, e nemmeno la pellicceria che per altro in quel momento era chiusa per contabilità, all'interno nessuno, come chiarisce il quotidiano, si è accorto di quanto stava accadendo se non per puro caso quando ormai sul posto erano già arrivati i soccorsi.