24 aprile 2019
Aggiornato 04:00
Trieste

'Piemonte Cavalleria': cambio al Comando del Reggimento

Passaggio di consegne tra il colonnello Stefano Santoro e il colonnello Giuseppe Russo
'Piemonte Cavalleria': cambio al Comando del Reggimento
'Piemonte Cavalleria': cambio al Comando del Reggimento

TRIESTE - Si è svolta giovedì mattina, nella caserma 'Guido Brunner', sull’altipiano carsico triestino, la cerimonia di avvicendamento al comando di 'Piemonte Cavalleria', uno dei più antichi reggimenti dell’Esercito Italiano. Al colonnello Stefano Santoro, 95° comandante di 'Piemonte' è subentrato il colonnello Giuseppe Russo. La cerimonia, culminata con il vero e proprio passaggio dello Stendardo tricolore nelle mani del nuovo comandante, è avvenuta alla presenza del generale Paolo Fabbri, comandante della brigata alpina 'Julia', dei rappresentanti delle istituzioni locali e delle associazioni combattentistiche e d’arma, i quali hanno potuto constatare come Piemonte Cavalleria rappresenti una realtà consolidata sia in ambito militare nel ruolo di pedina operativa esplorante, sia in ambito civile e sociale per la città di Trieste, di cui il reggimento è orgogliosamente Cittadino onorario, partecipando in maniera attiva alle numerose iniziative benefiche locali.

Nel corso della cerimonia, dopo aver ringraziato gli intervenuti, il colonnello Santoro ha tracciato un breve bilancio del proprio periodo alla guida del reparto, sottolineando la professionalità evidenziata dagli uomini e dalle donne di 'Piemonte Cavalleria' in tutte le attività addestrative e operative alle quali hanno preso parte: dall’operazione 'Strade sicure' a Trieste e nella provincia di Torino al comando del Raggruppamento 'Val Susa', alle fasi addestrative necessarie all’incremento degli standard operativi; dalle numerose attività di rappresentanza che coinvolgono il reggimento sul territorio regionale all’approntamento delle unità inviate nei teatri operativi esteri in cui è oggi impiegata la Forza Armata. Sotto la guida del colonnello Santoro, infatti, il reggimento ha partecipato con consistenti aliquote di personale alle operazioni di supporto alla pace in Libano, in Afghanistan, in Iraq , in Somalia ed in Mali. Al 95° comandante, che dopo quasi due anni di intenso lavoro in 'Piemonte Cavalleria' ha lasciato il reggimento per ricoprire un importante incarico all’estero, è subentrato il colonnello Giuseppe Russo.

Proveniente dal Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando operativo dell’Esercito, l’Ufficiale ha partecipato a numerose missioni all’estero ricoprendo incarichi di comando e di staff. Appartenente al 172° corso dell’Accademia Militare, ha frequentato la Scuola di Guerra ed il corso superiore di Stato Maggiore interforze.