26 settembre 2018
Aggiornato 03:00

Eventi a Trieste, 9 cose da fare il 3 e il 4 febbraio

Il Carnevale, le mostre, gli spettacoli e la musica. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per destreggiarsi tra gli appuntamenti del weekend
Trieste, 9 cose da fare il 3 e il 4 febbraio
Trieste, 9 cose da fare il 3 e il 4 febbraio (Shutterstock.com)

TRIESTE – Il Carnevale in piazza, l'arte, il teatro, i concerti. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del fine settimana.

Carnevale
In Piazza dell'Unità, via al 27mo Carnevali di Trieste. Alle 11 apertura del Carnevale 2018 con la consegna delle chiavi della Città a Re e Regina e l'accompagnamento della Banda Refolo.

Operetta
Al Teatro Piccola Fenice, sabato 3 gennaio, alle 18, «il cantante delle serenate», omaggio a Giorgio Consolini con la voce di Stefano Consolini, presentato da Nicolò Ceriani.

Mostre
Sabato 3 febbraio alle 11 e domenica 4 febbraio alle 10 e alle 11.30 avranno luogo le visite guidate alla mostra «Dea del cielo o figlia di Eva? La donna nella letteratura italiana fra Rinascimento e Controriforma», a cura di Maiko Favaro e Alessandra Sirugo, allestita in via Madonna del mare 13 (terzo piano con ascensore ). La mostra compie un viaggio ideale nel Rinascimento italiano, quando si sviluppa la consapevolezza in alcune donne delle proprie qualità. Vengono illustrate le esperienze di artiste, quali Lavinia Fontana, Sofonisba Anguissola, Emilia da Spilimbergo, e letterate, quali Vittoria Colonna, Lucrezia Marinelli, Laura Terracina, determinate ad esprimere la loro vocazione in piena autonomia. La mostra, a ingresso libero, resterà aperta fino al 21 aprile, con orario dal lunedì al sabato 9-13, giovedì anche 15-19. Le visite per le scuole si effettuano su appuntamento. Informazioni e prenotazioni: 040 6758184, 040 6758194. Sito web: www.museopetrarchesco.it, museopetrarchesco@comune.trieste.it.

Teatro e musica
Al Mib Trieste – Palazzo Ferninandeo, sabato 3 febbraio alle 18, «Viaggio musicale con la famiglia Von Sonderburg». Brani tratti dal romanzo storico «La famiglia von Sonderdburg» dell’autrice triestina Maria Luisa Grandi vengono intercalati con composizioni musicali scritte nel periodo tra la Belle Époque e la prima guerra mondiale. Il libro descrive le vicende di una famiglia triestina durante il periodo che va dal primo novecento alla fine della prima guerra mondiale, particolarmente significative per il nostro territorio, in cui è significativa presenza la musica, specialmente il violino, addirittura punto di incontro tra schieramenti contrapposti sul fronte. La musica presentata, scelta appositamente per fondersi con i brani presentati e completarne l’evocazione suggestiva, spazia da classici come il Kaiser Valzer di Strauss a brani delicatissimi come Liebesleid di Kreisler, violinista che ha combattuto al fronte. Orchestra «Thomas Schippers»; Direttore Carlo Grandi; Voce recitante Daniela Gattorno.

Comicità
Al Teatro Miela, sabato 3 febbraio, alle 20.30. Nel suo settimo monologo, «Eloquio di un perdente», Giorgio Montanini rispetta rigorosamente le caratteristiche della satira e le celebra una per una. Schernisce il potere moderno, mai così spietato ma allo stesso tempo quasi infantile, autolesionista-goffo-bulimico.

Libri
All'Antico Caffè San Marco, sabato 3 febbraio, alle 18, incontri al Caffè San Marco. È uscito per Hammerle Editori in Trieste il volume di Gianfranco Saletta «De divertirme go zercà… e ‘l Teatro go trovà». Nel testo, Gianfranco Saletta ripercorre la sua lunga e interessante carriera nel teatro, mettendo raccontando gli aspetti del lavoro dell’attore e le esperienze affascinanti che regala. Il libro è molto scorrevole ed è impostato in forma di intervista, così permette anche al lettore di esplorarlo con sequenze diverse da quella prevista dall’impaginazione.

Cinema
Al Teatro Miela, domenica 4 febbraio, alle 10.30 la proiezione del film «Adorabile nemica» di Mark Pellington; con Shirley MacLaine, Amanda Seyfried, AnnJewel Lee Dixon, Thomas Sadoski, Philip Baker Hall.

Note in caffè
Al Teatro Miela, domenica 4 febbraio, Note in caffè. Alle 16 e alle 18.30 «Parlami d'amore Mariù». Come si dichiaravano il loro amore in musica i nostri nonni? Sotto sotto non troppo diversamente da come lo fanno ancora oggi i giovani dedicandosi canzoni languide, che contenevano eterne promesse d’amore… non sempre mantenute. Una carrellata tra le più celebri melodie d’amore, dagli anni ’20 ai giorni nostri, con la voci di Marzia Postogna e Alessio Colautti, accompagnati dal pianoforte del M° Marco Ballaben ed il trio d’archi Batticuore.

Per i più piccoli
Da Mimi e Cocotte (Via Cadorna, 19), il Kid's lab. I bambini 6-10 anni saranno alle prese con teatrini, libri pop-up, maschere di carnevale, ecc... e i grandi potranno prendersi una pausa. Ogni laboratorio dura 90 minuti e costa 18 euro a bambino. La quota comprende i materiali necessari a realizzare il manufatto, eventuali materiali per chi volesse continuare il lavoro a casa e la meritata merenda.