Eventi & Cultura | Appuntamenti

Eventi a Trieste, 7 cose da fare lunedì 5 e martedì 6 febbraio

Spettacolo, danza, cultura e musica. La settimana inizia ricca di appuntamenti. Ecco una piccola guida per non perdere il meglio

Trieste, 7 cose da fare lunedì 5 e martedì 6 febbraio
Trieste, 7 cose da fare lunedì 5 e martedì 6 febbraio (Ufficio Stampa Teatro Stabile)

TRIESTE – Teatro, concerti, spettacoli e incontri culturali. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti dell'inizio della settimana.

A teatro
Giuseppe Sartori è intenso, inquietante protagonista di «28 battiti» in scena alla Sala Bartoli da martedì 6 febbraio per il cartellone altri percorsi del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Lo spettacolo – che prosegue nella riflessione sullo sport che lo Stabile sta conducendo dalla scorsa stagione – è scritto e diretto da Roberto Scarpetti che, ispirato dalla figura di Alex Schwazer, vi racconta la discesa agli inferi di un campione che ricorre al doping.

Danza
I Chicos Mambo invadono il Politeama Rossetti con la loro tecnica eccellente e la loro irresistibile ironia: uno spettacolo che attraversa la storia della danza, incanta e fa sorridere il loro «Tutu». Sono ospiti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia per il programma di TS Danza 4.0 soltanto martedì 6 febbraio, alle 20.30 alla Sala Assicurazioni Generali.

Cultura
«I Mémoires di Strehler» è il titolo dell’incontro in programma lunedì 5 febbraio, alle 17.30, per il cartellone dei «Lunedì dello Schmidl» a margine della mostra «Giorgio Strehler. Lezioni di Teatro», allestita dal Civico Museo Teatrale «Carlo Schmidl» nella sua sede di Palazzo Gopcevich in via Rossini 4. Inaugurata lo scorso mese di dicembre alla presenza di Ferruccio Soleri, storico Arlecchino strehleriano, l’esposizione si colloca nell’ambito delle iniziative messe in campo congiuntamente dal Comune di Trieste, dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e dalla RAI – Sede Regionale per il Friuli Venezia Giulia, per rileggere – a vent’anni dalla scomparsa - la lezione di un grande maestro del teatro del Novecento, con un’attenzione particolare ai suoi rapporti con Trieste, sua città natale. Il Civico Museo Teatrale «Carlo Schmidl» è depositario del Fondo Giorgio Strehler, istituito nel 2005, a seguito della donazione delle eredi del Maestro, Andrea Jonasson e Mara Bugni, costituito da oltre 4.000 tra volumi e periodici, 148 buste d’archivio, scatole d’archivio contenenti bozzetti scenografici, figurini, fotografie, manifesti e locandine. La mostra dello Schmidl mette ‘in scena’ questo straordinario patrimonio, anche attraverso un programma di eventi, incontri, approfondimenti, visite guidate e drammatizzate. L’incontro di lunedì 5 febbraio, a cura di Paolo Quazzolo e con la partecipazione degli attori Giorgio Amodeo, Mariella Terragni e Riccardo Beltrame, si svolge in collaborazione con il 27° Festival Teatrale Internazionale "Castello di Gorizia - Premio Francesco Macedonio" organizzato dal Collettivo Terzo Teatro di Gorizia e finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. In questa occasione, sarà proposta per la prima volta al pubblico la lettura di alcuni brani dei Mémoires, le sceneggiature che Giorgio Strehler scrisse per un originale televisivo – mai realizzato – sulla vita di Carlo Goldoni. Custodite all’interno del Fondo «Strehler» dello «Schmidl», queste sceneggiature sono state recentemente pubblicate, a cura di Paolo Quazzolo, presso la Marsilio Editori.

Per i più piccoli
Proseguono gli appuntamenti della decima stagione «A bassa voce», promossi dal progetto locale Nati per Leggere in collaborazione con il Comune di Trieste e varie realtà pubbliche e private, allo scopo di fornire alle famiglie l’occasione di sperimentare la lettura condivisa quale strumento prezioso di relazione affettiva e culturale tra grandi e piccoli. Le letture, rivolte ai bambini da 0 a 6 anni, sono organizzate per gruppi omogenei d’età e, laddove possibile, anche individualmente. Lunedì 5, dalle 16.30 alle 17.30, alla Biblioteca comunale Mattioni (via Petracco 10, a Borgo San Sergio) le volontarie incontreranno bambini (0-6 anni) e famiglie per condividere le storie più belle, nonché consigli su come e cosa leggere a casa e sui benefici di questa pratica fin dai primi mesi di vita. Martedì 6, dalle 17 alle 18, proseguono i consueti incontri alla Biblioteca Il Tram dei Libri, Punto Lettura della Biblioteca Diffusa (Via Doberdò 20/3 (a Opicina, al 1° piano della sede del Centro Civico di Altipiano Est). In programma letture e consigli di Nati per Leggere. L’incontro è realizzato in collaborazione con il Comitato Genitori Insieme sull’Altipiano ed è rivolto a bambini da 0 a 6 anni. Su richiesta le letture si svolgono anche in sloveno.

Libri
Alla Libreria Lovat, lunedì 5 febbraio, alle 18, Roberto Malinconico presenta «Il gioco senza sorriso» (Edizioni Melagrana). Un viaggio nel mondo del gioco d’azzardo patologico (GAP), per conoscere questa dipendenza senza sostanze e di come è possibile uscire dal buio di un dramma che sconvolge la quotidianità di un numero crescente di persone e di famiglie. Giocatori e familiari, raccontano la loro storia di dipendenza e il percorso di cura intrapreso. Il pianeta dipendenze ha assunto negli ultimi decenni aspetti mutevoli sia per quanto riguarda il cambiamento che ha preso il mercato delle sostanze, tra vecchie e nuove (chimicamente sempre più aggressive), sia per la crescita delle dipendenze senza sostanza: una crescita per numero della popolazione interessata, ma anche per il ventaglio di specificità che esse abbracciano.

Cinema
Alla Libreria Knulp, lunedì 5 febbraio, la proiezione di «La trattativa Stato Mafia», diretto da Sabina Guzzanti. Di cosa si parla quando si parla di trattativa? Dell’eterna convivenza tra Mafia e politica? Fra Mafia e chiesa? Di chi assassino’ Falcone e Borsellino? Un gruppo di attori mette inscena gli episodi più rilevanti della vicenda nota come trattativa Stato Mafia, impersonando mafiosi, agenti dei servizi segreti, magistrati, massoni, vittime ed assassini. Una delle vicende più importanti ed intricate della nostra storia diventa un racconto appassionante. Ingresso alle proiezioni con tessera Ficc 2018.

Musica
Alla Libreria Knulp, martedì 6 febbraio, alle 21, il Cicolo Thelonious presenta il Giacomo Zanus trio con Giacomo Zanus – chitarra, effetti, Mattia Magatelli – contrabbasso, Max Trabucco – batteria, percussioni.