Cronaca | Eventi

Giorno del Ricordo 2018: presentato il ricco programma

Saranno ben 500 gli studenti di diverse regioni d'Italia che parteciperanno alla Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza di sabato mattina, 10 febbraio

Giorno del Ricordo 2018: presentato il ricco programma
Giorno del Ricordo 2018: presentato il ricco programma (Comune di Trieste)

TRIESTE - Un ampio programma di manifestazioni e iniziative culturali e di approfondimento organizzato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo 2018, vasto e comprensivo di molteplici aspetti, ed esteso, anche temporalmente, come mai in precedenza, è stato presentato in Municipio, alla presenza degli assessori comunali alla Cultura e all'Educazione e dei rappresentanti di tutte le numerose associazioni legate al mondo dell'Esodo e alle vicende storiche consumatesi in queste terre in quel difficile e tragico secondo dopoguerra.

Necessità di mantenere alta e viva la memoria
Ha introdotto l’assessore comunale alla Cultura, sottolineando la forte convinzione dell'amministrazione sulla necessità di mantenere alta e viva la memoria di quanto avvenuto e, soprattutto, di trasmetterla alle giovani generazioni. Saranno dunque ben 500 gli studenti di diverse regioni d'Italia che parteciperanno alla Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza di sabato mattina, 10 febbraio, cuore dell’intero programma. Ma ai giovani saranno dedicati anche altri momenti, come l'incontro che avrà luogo venerdì 9 febbraio, alle 16.30, nella sala del Consiglio comunale, con il presidente della Lega Nazionale, l’avvocato Paolo Sardos Albertini, e il dottor Andrea Vezzà, responsabile del ‘Progetto Giovani’ e che vedrà la partecipazione delle scuole superiori ‘Maiorana’ di Seriate (Bergamo), ‘F. Corni’ di Modena e ‘Galasso’ di Lecce.

Giuliani nel Mondo
Il presidente dell’associazione Giuliani nel Mondo, Dario Locchi, ha dal canto suo ricordato le molteplici iniziative che saranno svolte per l'occasione in tutti i Paesi dell'emigrazione giuliana dalle decine di circoli e sodalizi aderenti, in tutti i continenti. Incontri e celebrazioni commemorative, dibattiti, letture di testi e di poesie, approfondimenti con gli studenti, proiezioni ed esibizioni di cori avranno luogo in particolare a Buenos Aires, Brasilia, New York, Canberra, Sydney, Curitiba (Brasile), Montevideo, Johannesburg, Toronto, Città del Messico e, quest'anno, anche a Londra, curato quest'ultimo proprio da un neo-costituito gruppo di giovani.

Inoltre
L'apporto dei rispettivi sodalizi è stato infine illustrato da Fabio Ortolani (presidente Sezione ANA di Trieste, che ha annunciato la presenza a Basovizza di ben 800 alpini di 24 Sezioni di tutta Italia assieme al Presidente e al Labaro Nazionale dell'ANA), Renzo de' Vidovich (Dalmati Italiani nel Mondo e Fondazione Rustia Traine), Enrico Carella (Associazione Nazionale Cavalieri della Repubblica Italiana), Massimiliano Lacota (Unione degli Istriani, che ha evidenziato l'apertura straordinaria del Museo dell'ex Campo Profughi di Padriciano in sette giornate di febbraio e uno speciale ‘mercatino del Ricordo’, di quadri, libri, documenti rari e oggettistica, dal 24 al 26 febbraio, nella storica sede di via Silvio Pellico 2) e Piero Delbello (IRCI, che ha segnalato che il Magazzino 18 sarà aperto e visitabile – su prenotazione - per quasi una settimana, dal 12 al 16 febbraio).

L'intero programma è disponibile qui.