17 dicembre 2018
Aggiornato 06:30

Louis Lortie al Teatro Verdi di Trieste: «Non sarà possibile ascoltare uno Chopin migliore»

In programma a Trieste ci saranno infatti opere del compositore che solo Lortie sa interpretare con la sua particolare sensibilità
Louis Lortie al Teatro Verdi di Trieste: «Non sarà possibile ascoltare uno Chopin migliore»
Louis Lortie al Teatro Verdi di Trieste: «Non sarà possibile ascoltare uno Chopin migliore» (Louis Lortie)

TRIESTE – Il pianista franco-canadese Louis Lortie sarà il protagonista del prossimo concerto in programma al Teatro Verdi di Trieste per la Società dei Concerti, mercoledì 7 febbraio, alle 20.30. Questo concerto sarà eccezionalmente aperto anche ai non tesserati della SdC e i biglietti sono in prevendita al Ticket Point in Corso Italia e sul circuito Vivaticket oppure in vendita la sera stessa del concerto al Teatro Verdi di Trieste. 

Il pianista
Il ‘Financial Times’ ha così descritto il suo recital alla Queen Elizabeth Hall: «Non sarà possibile ascoltare uno Chopin migliore da nessun’altra parte». E in programma a Trieste ci saranno infatti opere del compositore che solo Lortie sa interpretare con la sua particolare sensibilità: Mazurka op. 7 n. 3, Fantasia op. 49, Mazurka op. 59 n. 3 e Polonaise op. 44 di Chopin ma anche la Sonata-Fantaisie in sol maggiore op.78 di Schubert. Il pianista franco-canadese Louis Lortie è rinomato in Europa, Asia e Stati Uniti soprattutto per la ricerca di un’originalità interpretativa figlia di un ampio repertorio più che per la specializzazione in un unico stile. The Times, descrivendo il suo stile come «puro ed immaginifico», ha trovato in Louis Lortie una «combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno».