25 febbraio 2018
Aggiornato 00:30
La decisione della giunta

Imprese: due nuove linee contributive per l'artigianato

​​​​​​​La prima prevede incentivi per l'ammodernamento tecnologico delle piccole e medie imprese (Pmi) artigiane, la seconda invece, sostiene la realizzazione di convegni, incontri e seminari su tematiche di interesse per il comparto produttivo artigiano

Imprese: due nuove linee contributive per l'artigianato (© Adobe Stock)

TRIESTE - La Regione vara nuove azioni di sostegno per il comparto dell'artigianato. Su proposta del vicepresidente e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, la giunta ha approvato alcune modifiche al 'Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi e finanziamenti a favore del settore artigiano', aprendo così due nuove linee contributive.

La prima prevede incentivi per l'ammodernamento tecnologico delle piccole e medie imprese (Pmi) artigiane, con la concessione di contributi per l'introdurre nel processo produttivo di innovazioni di prodotto e di processo. Per beneficiare dei contributi le aziende devono essere iscritte all'Albo imprese artigiane (Aia) da almeno cinque anni alla data di presentazione della domanda, ma sono escluse le imprese operanti nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell'abbigliamento su misura e quelle che nel corso della stessa annualità hanno presentato domanda di contributo per gli incentivi a favore delle imprese artigiane di piccolissime dimensioni.

La seconda linea contributiva, invece, sostiene la realizzazione di convegni, incontri e seminari su tematiche di interesse per il comparto produttivo artigiano, promosse dalle organizzazioni di categoria più rappresentative a livello regionale e realizzate dai loro centri servizi o dal Centro assistenza tecnica imprese artigiane. Inoltre, la Regione prevede di effettuare ulteriori modifiche alla legge sulla base delle richieste delle associazioni di categoria del comparto artigiano, estendendo dagli attuali 9 mesi a 15 l'intervallo temporale di riferimento delle spese ammissibili per i contributi inerenti mostre e manifestazioni fieristiche.