20 settembre 2018
Aggiornato 03:00

Massoneria e società segrete nella Trieste di Maria Teresa

L'appuntamento, curato da Antonio Trampus, sarà introdotto da Daniele Andreozzi dell'Università degli Studi di Trieste
Massoneria e società segrete nella Trieste di Maria Teresa
Massoneria e società segrete nella Trieste di Maria Teresa (Diosalva)

TRIESTE - Il tempo di Maria Teresa è anche quello della straordinaria fortuna e diffusione in Europa della massoneria. Cosa che avviene anche con i suoi due suoi figli, Giuseppe II e Pietro Leopoldo – anche lui poi imperatore con il nome di Leopoldo II – che protessero direttamente la massoneria, in Toscana e in Austria. Nel corso della conferenza, anche sulla base di documenti nuovi provenienti dagli archivi ungheresi e olandesi, si racconterà come Trieste partecipò a questo fenomeno culturale, come nacquero le prime logge massoniche nel porto franco e quali erano gli argomenti discussi nelle logge negli anni dell’ascesa commerciale che precedettero la Rivoluzione francese. Le reti commerciali, diplomatiche e massoniche si intrecciavano costantemente offrendo forme di solidarietà e favorendo la circolazione internazionale di persone, idee ed esperienze politiche.

Ne parleranno venerdì 16 febbraio (ore 18) al Magazzino delle Idee Antonio Trampus e Daniele Andreozzi, nel corso dell'ultima conferenza organizzata nell'ambito delle iniziative collaterali della mostra Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto che resterà aperta ancora fino a domenica 18 febbraio.

Il triestino Antonio Trampus si è formato nelle Università di Torino e di Graz. Da vent’anni vive a Venezia dove insegna storia moderna all’Università Ca’ Foscari. Dopo essersi occupato di storia di Trieste e della regione, ha concentrato i suoi studi e le sue pubblicazioni sulla storia del pensiero politico, della cultura e della massoneria. Tra i suoi libri editi da Laterza La massoneria nell’età moderna (quattro edizioni dal 2001), Il diritto alla felicità (2008), Storia del costituzionalismo italiano (2009).
Ricordiamo, infine, che domenica 18 febbraio, ultimo giorno di mostra, sono in programma visite guidate con i componenti del Comitato scientifico dell'esposizione nel corso di tutta la giornata. I posti sono limitati e le visite si svolgono su prenotazione obbligatoria che può essere effettuata chiamando lo 0403774783 oppure scrivendo a info@mariateresaetrieste.it