25 febbraio 2018
Aggiornato 00:30
Trieste

Minoranze: confermata l'attenzione alla comunità greco-orientale

Una realtà, il cui simbolo è la chiesa di San Nicolò e della Santissima Trinità, molto attiva in particolare con iniziative culturali e artistiche che propongono a tutte le persone interessate il cinema, la musica, la danza e la cucina della Grecia

Minoranze: confermata l'attenzione alla comunità greco-orientale (© Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - Le attività e le esigenze della comunità greco-orientale di Trieste, insieme all'augurio di buon lavoro alla neopresidente Maria Kassotaki, sono state al centro dell'incontro tenutosi a Trieste con la Regione Friuli Venezia Giulia, rappresentata dalla presidente Debora Serracchiani.

Kassotaki è la prima presidente donna di una comunità che oggi conta 120 iscritti e che ha contribuito in modo fondamentale dal 1700 in poi allo sviluppo commerciale, finanziario, artistico e sociale della città di Trieste. La comunità, il cui simbolo è la chiesa di San Nicolò e della Santissima Trinità, è molto attiva in particolare con iniziative culturali e artistiche che propongono a tutte le persone interessate il cinema, la musica, la danza e la cucina della Grecia.

Kassotaki, accompagnata dal consigliere ed ex presidente Ritsos Stylianos, ha ricordato, tra i luoghi di massimo rilievo storico e artistico della Comunità greco-orientale, il cimitero monumentale che sorge in via della Pace e che necessita di costosi interventi di manutenzione straordinaria, vincolati a criteri vagliati dalla Soprintendenza. Un tema complesso rispetto al quale la Regione ha garantito il mantenimento di un'attenzione costante.