18 settembre 2018
Aggiornato 19:30

Tpl marittimo: 2 milioni per migliorare la dotazione della flotta Fvg

I fondi, stanziati per la prima volta dallo Stato per una simile iniziativa, sono il frutto dell'intesa trovata a Roma, nel corso della recente Conferenza Stato-Regioni
Tpl marittimo: 2 milioni per migliorare la dotazione della flotta Fvg
Tpl marittimo: 2 milioni per migliorare la dotazione della flotta Fvg (A.C.)

TRIESTE - La Regione beneficerà di 1,5 milioni di euro, a cui si aggiungono 500 mila euro di confinanziamento, per potenziare e migliorare i mezzi del trasporto pubblico locale via mare. I fondi, stanziati per la prima volta dallo Stato per una simile iniziativa, sono il frutto dell'intesa trovata a Roma, nel corso della recente Conferenza Stato-Regioni, sullo schema di decreto del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti. La norma va a definire i criteri di riparto delle risorse per il rinnovo della flotta delle unità navali; al Friuli Venezia Giulia vengono destinati 1,5 milioni di euro, a cui si va ad aggiungere un cofinanziamento pari al 25% del contributo ricevuto.

I due milioni totali a disposizione sarebbero stati appena sufficienti a finanziare l'acquisto di un unico nuovo natante; grazie invece a un accordo con il Ministero, la Regione sta valutando la possibilità di spalmare la somma per implementare le dotazioni dei mezzi di trasporto in uso, quali l'installazione di motori a basse emissioni, impianti di climatizzazione, sistemi di localizzazione delle unità navali, WiFi per i passeggeri, vani portabiciclette e porta bagagli nonchè il miglioramento dell'accessibilità a persone con mobilità ridotta.

Attualmente i mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale via mare sono complessivamente 4, attivi nelle tratte Trieste-Muggia, Trieste- Sistiana, Trieste-Grado e Marano-Lignano. Le modalità di finanziamento verranno definite nei prossimi mesi con la sottoscrizione di una specifica convenzione tra la Regione e il dicastero alle Infrastrutture. Oltre allo stanziamento del 2017, il Ministero ha ipotizzato di poter rifinanziare il canale contributivo attraverso la Conferenza Stato-Regioni anche per il prossimo anno.