16 dicembre 2019
Aggiornato 12:00
grazie al contributo della comunità

Al via il restauro dell'ottocentesca consolle giunta dall’impero degli zar di Russia

Il mobile sarà esposto a Palazzo Coronini nella prossima mostra. I lavori sono finanziati da 'Panettone del conte', Lions club e 5 per mille
Al via il restauro dell'ottocentesca consolle giunta dall’impero degli zar di Russia
Al via il restauro dell'ottocentesca consolle giunta dall’impero degli zar di Russia

GORIZIA – Ha preso il via il restauro della consolle con specchiera in legno dorato e porcellana del XIX secolo giunta nelle mani del conte Coronini dall’impero degli zar di Russia. Il prezioso mobile potrà essere riportato all’originario splendore grazie al contributo della comunità: i lavori di restauro sono infatti finanziati con i fondi raccolti con la vendita del 'Panettone del conte', grazie a un contributo del Lions Club Gorizia Host e con il 5 per mille a favore della Fondazione Coronini. A occuparsi dei lavori è Elisabetta Ceccaroni, restauratrice goriziana specializzata nel recupero dei mobili antichi. La specchiera faceva parte dell’eredità che la madre del conte Guglielmo ricevette nel 1913 dallo zio Eduard Cassini, capo delle cerimonie alla corte degli ultimi zar. Non bisognerà attendere molto per ammirare il mobile rimesso a nuovo: la consolle sarà infatti esposta nella prossima mostra che sarà ospitata dal 6 aprile da Palazzo Coronini, dedicata appunto all’eredità russa di cui la famiglia Coronini è entrata in possesso.

Un edizione limitata che ha fruttato oltre mille euro
Per l’esattezza attraverso il succulento panettone, prodotto in edizione limitata per le feste 2017, sono stati raccolti 1.150 euro, molto al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Uova, burro, zucchero, uvetta sultanina, canditi e tutti i profumi della vaniglia e degli agrumi di Sicilia, senza dimenticare il lievito madre e per l’impasto la farina integrale del 'Patto della Farina', ottenuta solo da grani antichi autoctoni del Friuli Venezia Giulia, macinati al Molino Tuzzi di Dolegna del Collio seguendo una filiera a km 0, nel rispetto totale dell’ambiente. Sono stati questi gli ingredienti de 'Il Panettone del Conte', il dolce per eccellenza della tradizione natalizia realizzato in edizione limitata per le feste 2017 per iniziativa della Fondazione Coronini Cronberg e la Pasticceria l’Oca golosa, con il patrocinio del Comune di Gorizia.