17 dicembre 2018
Aggiornato 05:30

Vannino Chiti in Fvg per parlare ai giovani

Insieme a Franco Iacop sarà a Trieste, Palmanova e Udine, rivolgendosi in particolare alle nuove generazioni
Vannino Chiti in Fvg per parlare ai giovani
Vannino Chiti in Fvg per parlare ai giovani (Facebook Chiti)

TRIESTE - «La democrazia è una conquista che va continuamente rinsaldata, rinnovata, confermata». Parole del senatore Pd Vannino Chiti, autore del libro 'La democrazia nel futuro'. Chiti sarà in Fvg giovedì 22 febbraio per tre incontri. Alle 11.30 sarà a Trieste al Caffè San Marco assieme a Franco Iacop e Roberto Cosolini per parlare di democrazia e futuro. Nel pomeriggio incontrerà i cittadini a Palmanova con Iacop e Francesco Martines. Infine alle 18 appuntamento a Udine al Caffè letterario Caucigh in via Gemona per confronto con i giovani su democrazia e futuro. L’incontro, coordinato da Enzo Barazza e patrocinato dai Giovani Democratici, vedrà anche l’intervento di Franco Iacop che lancia un appello alle giovani generazioni.

«Le parole dell’onorevole Chiti sono quanto mai attuali in un’epoca che vede minata la nostra democrazia da atti e comportamenti riprovevoli. Mi rivolgo ai giovani a cui domani toccherà il compito di difendere la democrazia che non va vista come un concetto statico. E’ stata conquistata in passato ma va costantemente tutelata e fortificata. E’ compito delle istituzioni – prosegue Iacop – riavvicinare i giovani al concetto di democrazia e più in generale alla vita pubblica del paese in cui vivono. Il disinteresse e la disillusione giovanile verso la politica e la 'res publica' può e deve subire un cambio di rotta e sta a noi instillare fiducia e interesse nei ragazzi verso il principio che più di ogni altro regge il nostro presente, ovvero la democrazia. Ma questo compito vede nelle future generazioni un passaggio del testimone».  

Nell’era dei social e dell’accesso illimitato all’informazione 'mordi e fuggi', i giovani sono pronti ad affrontare la sfida?. «Invito i ragazzi a confrontarsi con noi che possiamo ancora fornire loro gli strumenti e accompagnarli per affrontare al meglio questa doppia sfida: il loro futuro e i valori democratici che lo accompagnano, rispetto, uguaglianza e diritti civili».