13 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

Polo intermodale e utili portano il valore di Trieste Airport a 70 milioni

Analizzati, nel corso del Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Friuli Venezia Giulia SpA, i risultati di pre-chiusura del 2017. La soddisfazione di Serracchiani
Polo intermodale e utili portano il valore di Trieste Airport a 70 milioni
Polo intermodale e utili portano il valore di Trieste Airport a 70 milioni (Trieste Airport)

RONCHI DEI LEGIONARI - Dopo due anni di gestione il management della società presenta al suo azionista unico il quadro di chiusura delle attività del 2017, andato oltre le previsioni, con un margine operativo lordo di ben 5,6 milioni di euro e 2,9 milioni di utile netto. I risultati ottenuti nel 2017, valutati nel corso del Consiglio di Amministrazione della società, composto dal presidente, Antonio Marano, dal direttore generale, Marco Consalvo, e da Angela Napolitano, sono stati conseguiti anche grazie a un incremento dei volumi di traffico dell’8%.

Nel corso dell’incontro, i componenti del CdA di Trieste Airport hanno inoltre preso atto della valutazione espressa dall'advisor indipendente sul valore dell'aeroporto, pari a circa 70 milioni di euro per il totale delle azioni, detenute al 100% dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Tale valutazione verrà considerata per la definizione della base di gara nella prossima cessione del 45% della società a cui seguirà l'opzione per la cessione di un ulteriore 10%. Nel corso del 2017 si sono realizzate opere per 12,9 milioni di euro che, sommati ai 6,1 milioni di euro investiti nel 2016, porta a 19 milioni di euro totali il valore delle opere completate nel biennio. Dato in linea con i 40 milioni di euro di investimenti programmati nel piano quadriennale 2016-2019. Tra le opere realizzate, quella di maggiore rilievo, per il suo valore strategico nel futuro della mobilità regionale, è il nuovo polo intermodale che sarà inaugurato il prossimo 19 marzo, in perfetto orario rispetto la stringente pianificazione dei lavori iniziati a gennaio dello scorso anno.

«Rilevo con soddisfazione – ha commentato la presidente del Fvg Debora Serracchiani - che si sono rivelate lungimiranti le scelte fatte tre anni or sono, quando, con l’indicazione del presidente Antonio Marano, abbiamo anteposto le competenze professionali a qualsiasi altra considerazione. Una compagine manageriale che si è consolidata ulteriormente, seguendo gli stessi principi, con il direttore generale Marco Consalvo»«Abbiamo raccolto un aeroporto che faceva notizia sulla stampa nazionale per le sue performance negative e oggi, al termine della legislatura, consegniamo a chi guiderà la Regione un’azienda che è un valore per la comunità, che fa utili, che già adesso ha robuste prospettive di crescita e che – ha concluso la presidente - con l’ingresso del partner industriale potrà sviluppare completamente le sue potenzialità».