24 settembre 2018
Aggiornato 02:00

A Trieste arriva FameLab, appuntamento al Miela

Il talent show per aspiranti comunicatori scientifici è al Teatro, alle 9. Ad applaudire e votare i concorrenti 200 studenti delle scuole del Friuli Venezia Giulia
A Trieste arriva FameLab, appuntamento al Miela
A Trieste arriva FameLab, appuntamento al Miela (FameLab)

TRIESTE - La scienza dà spettacolo a Trieste: martedì 27 febbraio, alle 9, al Teatro Miela torna a far tappa la selezione locale di FameLab, la competizione che sfida i giovani ricercatori con il talento per la comunicazione a raccontare in pochi minuti il proprio oggetto di studi o un argomento scientifico che li appassiona. Per il sesto anno Trieste è fra le città che ospitano la selezione locale di questa competizione internazionale. Ad organizzare la gara, nell'ambito del Protocollo d'Intesa ‘Trieste Città della Conoscenza’, sono Immaginario Scientifico, AREA Science Park, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, Università di Trieste e Comune di Trieste-Assessorato all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca, assieme all'Università di Udine, con la collaborazione di Science Industries e La Cappella Underground.

STUDENTI E RICERCATORI SUL PALCO - Sul palco del Teatro Miela saliranno studenti o ricercatori presso diversi enti: Università di Trieste, Università di Udine, SISSA, ICTP, ICGEB, Elettra Sincrotrone Trieste, Burlo Garofolo e Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine. Ad assistere alla competizione ci saranno 200 studenti delle scuole secondarie di secondo grado del Friuli Venezia Giulia (ma la competizione è aperta a tutti, con ingresso gratuito): avranno modo di scoprire il lato più divertente della scienza e della ricerca, nonché di votare per il proprio candidato preferito. I concorrenti avranno a disposizione 3 minuti esatti e solo una manciata di parole per far emergere il proprio talento e trasmettere al pubblico il fascino e l'importanza della ricerca scientifica, dalle biotecnologie alle scienze ambientali, dall'astrofisica all'odontoiatria, dalle neuroscienze alle tecnologie alimentari.

PRESENTATORI E GIURIA - A presentare la gara ci sarà la travolgente simpatia di due ex concorrenti di FameLab: Riccardo Cucini, primo classificato a FameLab Trieste 2014, e Lorenzo Pizzuti, vincitore di FameLab Italia 2016. Nel corso della mattinata Francesca Riccioni, fisica con master in comunicazione della scienza alla SISSA, presenterà per la prima volta a Trieste il suo nuovo libro a fumetti, ‘Non è mica la fine del mondo’ (Rizzoli Lizard), illustrato da Tuono Pettinato. La giuria della competizione, che valuterà contenuto, chiarezza e carisma delle presentazioni, quest'anno sarà composta da Nicola Bressi (curatore del Museo di Storia Naturale di Trieste), Marina Comelli (professore aggregato di Biochimica dell'Università di Udine), Daniela Gattorno (attrice e regista teatrale), Anna Gregorio (professore di Fisica dell'Università di Trieste e presidente di PicoSaTs, start-up di AREA Science Park e spin off dell'Università) e Serena Mizzan (direttore dell'Immaginario Scientifico).

CLASSIFICA - I primi due classificati della selezione triestina si aggiudicheranno un premio in denaro e avranno accesso alla finale nazionale del concorso, che si terrà in aprile 2018 a Roma. Avranno inoltre occasione di partecipare alla FameLab Masterclass, un workshop di formazione in comunicazione della scienza in programma in marzo. Il primo classificato della selezione locale avrà anche accesso in qualità di uditore al corso ‘Musei’ del Master in Comunicazione della Scienza ‘Franco Prattico’ della SISSA di Trieste.

VINCITORI - Il vincitore di FameLab Italia affronterà infine gli altri concorrenti provenienti da 30 paesi del mondo nella finale di FameLab International, nel giugno 2018 in Inghilterra. FameLab è un evento ideato da Cheltenham Festival e promosso a livello mondiale da British Council. In Italia è organizzato da Psiquadro, in collaborazione con British Council Italia e quest'anno prevede le selezioni locali in 9 città italiane: Ancona, Catania, Foggia, L’Aquila, Modena, Napoli, Padova, Perugia e Trieste.